Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Due troni scossi da due libri

Le memorie del principe Harry e di mons. Georg Ganswein

L'Irriverente 11/01/2023

Il libro del principe Harry Il libro del principe Harry Due libri, per un totale di oltre 800 pagine, stanno scuotendo il trono reale di Gran Bretagna e il trono papale del Vaticano. Sono le memorie, zeppe di pettegolezzi, del principe Harry e dell'ex segretario del defunto Papa Benedetto XVI Georg Ganswein, scritti con l'ausilio di due giornalisti. Il primo si intitola "Spare", che in italiano si può tradurre "scorta" o "riserva" e pare si riferisca a una frase che il padre di Harry, l'attuale re Carlo III, disse alla moglie Diana alla sua nascita: "Meraviglioso, mi hai dato un erede (William) e una scorta (Harry): il lavoro è fatto". Per questo nell'edizione italiana compare il sottotitolo "Il minore". Il libro di Ganswein s'intitola "Nient'altro che la verità" sottotitolo "La mia vita a fianco di Benedetto XVI", ed è un titolo auto assolutorio e vagamente minaccioso, perché sottintende verità scomode che contraddicono le "verità ufficiali", a partire da quella di una piena concordia tra Papa emerito e Papa regnante.
 
Le varie rivelazioni, più o meno urticanti, stanno rimbalzando sui media globali: nel caso inglese, la richiesta dei figli a Carlo di non sposare Camilla, i contrasti anche fisici tra William e Harry a proposito di Meghan, l'uccisione, quando Harry era sotto le armi, di 25 afghani considerati solo "pezzi di una scacchiera" secondo l'addestramento militare, che sta imbarazzando gli alti comandi dell'esercito. Nel caso vaticano, i "dolori" provocati a Benedetto da alcune decisioni di Francesco, come quelle sulle restrizioni alla messa in latino o sulla comunione ai divorziati, che stanno riattizzando le polemiche dei conservatori contro il pontefice argentino.
 
I due libri avranno ovviamente diversa fortuna perché la Casa Reale inglese è un bene di consumo globale, il libro di Harry è già tradotto in 16 lingue, in Gran Bretagna ha venduto 400mila copie il primo giorno (rivaleggiando con quello di un altro Harry, il maghetto Potter) e forse contenderà alla Bibbia il primato di libro più letto al mondo. Il libro di padre Georg è più "di nicchia", perché i misteri vaticani interessano una minoranza di lettori. Tuttavia hanno più di un tratto in comune, a partire dal contrasto tra stampa e potere, soprattutto potere sacrale (Carlo III è anche capo della Chiesa anglicana). Non a caso un bando del 1691 dello Stato Vaticano (come ricorda Paolo Murialdi nella sua "Storia del giornalismo italiano") equiparava i primi gazzettieri a "giocatori, biscazzieri, meretrici e donne disoneste che vanno in carrozza". Insomma, serie minacce all'ordine costituito.
Altre sull'argomento
Contundente
Contundente
Distacco
Contundente
Contundente
Emerito
Il nuovo anno avvolto nella nebbia
Il nuovo anno avvolto nella nebbia
Le molte incognite del 2023
Contundente
Contundente
Dimissioni
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.