Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

David Lammy: ora nuovo patto con l'Ue

Antonello Guerrera, Repubblica, 5 luglio

Redazione InPiù 07/07/2024

David Lammy: ora nuovo patto con l'Ue David Lammy: ora nuovo patto con l'Ue David Lammy, 51 anni, è un uomo imponente ma soprattutto il ministro degli Esteri del Labour, designato da Starmer a capo del Foreign Office. Figlio di genitori della Guyana immigrati a Londra negli anni 60, Lammy è amico di Barack Obama — hanno studiato insieme ad Harvard — ed è colui che negli ultimi anni ha tessuto le relazioni tra il nuovo primo ministro e l'amministrazione democratica Usa, incluso il National security advisor Jake Sullivan, con cui Starmer si sentirebbe spesso. Ma Lammy, intervistato da Antonello Guerrera su Repubblica di venerdì 5 luglio, è anche colui che ha ottimi rapporti con Macron, cruciali per il nuovo governo Labour, vedi il tema migranti. Deputato da 24 anni, Lammy espone la futura politica estera laburista. La chiama "realismo progressivo": ossia rendersi conto «che il mondo e i suoi equilibri di forza sono cambiati» e dunque l'ex potenza coloniale britannica deve perseguire «obiettivi realistici ma in linea con i valori democratici». Lui, Starmer e il titolare alla Difesa Healy la settimana prossima voleranno a Washington per il vertice Nato e il 18 luglio ospiteranno a Blenheim Palace il summit European Political Community con i leader europei. «Sull'Ucraina continueremo sulla strada dei nostri predecessori», assicura Lammy, «il sostegno a Kiev è fuori discussione. Cercheremo ancora più sinergie con l'Europa. Purtroppo l'Ucraina è solo una parte del problema. È importante avere una politica deterrente ancora più forte contro la Russia di Putin, minaccia sistemica per l'Occidente». Ció introduce un altro argomento cruciale per il Regno Unito, che custodisce il deterrente nucleare Trident: un netto riavvicinamento all'Europa. Non come rientro nell' Ue o nel mercato unico. Ma «sì a un accordo commerciale migliore». Solo qualche giorno fa, Keir Starmer ha detto a Repubblica che «sta lavorando a un fronte progressista con i partiti di centrosinistra in Europa contro i populismi». Lammy aggiunge che «per noi la sicurezza europea è l'obiettivo numero uno. Abbiamo già accordi cruciali come il caccia Tempest (Gcap) con Italia e Giappone, ma cercheremo nuovi patti sulla sicurezza con la Difesa e le industrie dei Paesi Ue». 
 
Leggi l'articolo completo sul sito di InPiù
Altre sull'argomento
David Lammy: ora nuovo patto con l'Ue
David Lammy: ora nuovo patto con l'Ue
Antonello Guerrera, Repubblica, 5 luglio
 Sunak:
Sunak: "Con Giorgia un rapporto speciale"
Antonello Guerrera, La Repubblica, 15 giugno
Sunak:
Sunak: "Con Giorgia un rapporto speciale"
Antonello Guerrera, La Repubblica, 15 giugno
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.