Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Il difficile mestiere di sindaco

PerchÚ Ŕ difficile trovare candidati per i Comuni

Riccardo Illy 09/06/2021

Il difficile mestiere di sindaco Il difficile mestiere di sindaco  
Trovare candidati Sindaco, soprattutto con buone credenziali, sta diventando sempre più difficile; non è solo un problema del centro-destra e dei grandi Comuni, dei quali i mezzi di informazione trattano più frequentemente. Le ragioni sono diverse e tutte (scusate il gioco di parole) avverse. Anzitutto la politica (che ormai Draghi e pochi altri esclusi, ha sempre la p minuscola) ha visto degradare la sua immagine a causa di conflitti continui, inconcludenza, scarsi risultati, vicende giudiziarie. Viene considerata generalmente una cosa "sporca" e ha perso ogni attrattività. Poi governare un Comune, a causa della prolificità legislativa di Parlamento e Consigli regionali (delle Regioni autonome che hanno potestà primaria sugli Enti locali), è diventato sempre più difficile. Per dare un incarico a un consulente, anche in caso di emergenza, è necessario che la voce sia stata preventivamente inserita nel bilancio di previsione. Anche sul piano finanziario la situazione nei Comuni è peggiorata; con l'abolizione dell'IMU sulla prima casa, solo parzialmente compensata dai capricciosi trasferimenti dello Stato/Regioni autonome, è venuta a mancare la facoltà del cittadino di giudicare l'amministrazione locale in base al rapporto imposte pagate/qualità dei servizi ottenuti.
 
L'attività ostile della Magistratura, spesso stimolata dai partiti avversari che non riescono a farsi valere nei Consigli comunali, rappresenta una spada di Damocle che pende su tutti gli amministratori con poteri esecutivi (chi approva leggi non ha responsabilità per definizione). Come ho già avuto modo di scrivere, pur non avendo mai subito un rinvio a giudizio penale, dopo un anno dalla prima elezione a Sindaco avevo già collezionato 25 iscrizioni sul registro degli indagati. Infine, i compensi agli amministratori locali (io vi avevo rinunciato) a causa della ventata di demagogia della quale è stato foriero principalmente il M5S, sono stati drasticamente ridotti negli ultimi anni. Pur essendo in precedenza ben lontani da quelli di Parlamentari e Consiglieri regionali che, come già detto, non devono rispondere di nulla e a nessuno, tranne agli elettori (si fa per dire, con le liste bloccate non esiste nemmeno questo giudizio). I risultati portati dai Sindaci della serie "uno vale uno" sono peraltro sotto gli occhi di tutti; la situazione di Roma ne è l'emblema. Probabilmente anche il M5S, fautore anche di questa malaugurata attitudine, si saranno resi conto degli errori fatti, che rischiano di far crollare la fiducia dei cittadini, oltre che la qualità dell'azione ammnistrativa, anche nei confronti dei Sindaci. È auspicabile che, stimolati anche dalle difficoltà a trovare candidati Sindaco competenti la maggioranza di Governo decida di eliminare alcune delle negatività che ho elencato. L'unico provvedimento "facile" è l'aumento dei compensi; poca cosa, ma sarebbe almeno un segnale.
 
Altre sull'argomento
Sul Green pass rinasce l'intesa Stato Regioni
Sul Green pass rinasce l'intesa Stato Regioni
E non saranno le manifestazioni di piazza dei no vax a incrinarla
Lo Stato in ginocchio
Lo Stato in ginocchio
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
L'arcobaleno tra Stato e Chiesa
L'arcobaleno tra Stato e Chiesa
╚ labile il confine tra i valori di non discriminazione sessuale e ...
Altro parere
Altro parere
Manca il sogno
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.