Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Riaperture ma senza ipocrisie

Dobbiamo sapere che potrebbero aumentare contagi e decessi

Paolo Mazzanti 30/04/2021

Un ristoratore verifica il distanziamento dei tavoli Un ristoratore verifica il distanziamento dei tavoli La sfuriata in diretta tv del professor Galli nel faccia a faccia con il presidente dell'Emilia Romagna Bonaccini (martedì sera a Cartabianca su Rai3) ha avuto il merito di dissipare la coltre di ipocrisia che sta accompagnando le riaperture. Tutti continuano a dire che bisogna "riaprire in sicurezza", anche se sanno che non è (ancora) possibile. Tutti si affannano ad affermare che nelle scuole, nei bar, nei ristoranti, nelle palestre, nelle piscine non ci si contagia, che non cambierebbe nulla allungare il coprifuoco alle 23, ma ancora non hanno capito (o fanno finta di non capire) che per frenare i contagi bisogna ridurre i contatti interpersonali e più aperture si fanno, più i contatti inevitabilmente aumentano e con essi le infezioni.
 
Galli ha detto che stiamo riaprendo troppo presto, perché ci vorrebbero almeno 15 milioni di vaccinati in più per avvicinarci al livello di sicurezza della Gran Bretagna, ma se proprio vogliamo farlo dobbiamo almeno sapere che rischiamo nuove migliaia di contagi e decine o centinaia di decessi al giorno. Basta saperlo. E i politici dovrebbero dirlo con chiarezza ai cittadini, senza nascondersi nella nebbia dell'ipocrisia. E quando facciamo i confronti, facciamoli bene: l'India, buco nero della pandemia, ha avuto giovedì 3.200 morti. Considerando che noi siamo meno di un ventesimo del miliardo e 380 milioni di indiani, i nostri morti, in proporzione alla popolazione, sono maggiori dei loro.
Altre sull'argomento
Rifondare il Paese sul lavoro
Rifondare il Paese sul lavoro
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
La Global Tax, sfida di civiltÓ
La Global Tax, sfida di civiltÓ
Sintesi degli editoriali dei principali giornali
Per le rinnovabili semplificazioni insufficienti
Per le rinnovabili semplificazioni insufficienti
Non basteranno per raggiungere gli obbiettivi della Ue
Lo ôscambioö Irpef-Imu prima casa
Lo ôscambioö Irpef-Imu prima casa
Idee per la riforma fiscale richiesta dal Pnrr
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.