Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Luna di miele di Biden in Europa

Dal G7 alla Nato all'incontro con Putin

Rocco Cangelosi 10/06/2021

Luna di miele di Biden in Europa Luna di miele di Biden in Europa Con la sua visita in Europa che inizia oggi, Joe Biden intende dare un concreto segnale di discontinuità rispetto alla precedente Amministrazione e fissare i paletti della politica  estera americana nei confronti  di Europa, Cina e Russia. Il suo primo impegno è con Boris Johnson per rilanciare quella “special relationship“ attenuatasi nel tempo e che ora, a Brexit avvenuta, diviene una necessità  imprescindibile per l'affermazione  della "global Britain" che il Governo di Londra sta coltivando. Lo svolgimento del G7 in Cornovaglia sarà  l'occasione per ribadire il ritorno al multilateralismo e il rilancio dei principi della solidarietà e cooperazione internazionale con particolare riguardo alla lotta alla pandemia attraverso un programma globale di vaccinazione, la difesa dell'ambiente a fronte dei cambiamenti climatici e la definitiva approvazione dell'importante accordo raggiunto dai ministri delle finanze sulla corporate tax sulle multinazionali. 
 
Una particolare valenza politica avrà  il vertice Nato, dove Biden sembra intenzionato a ridefinire l'area d’intervento dell’Alleanza Atlantica che la nuova Amministrazione americana vorrebbe estendere anche all'indo-pacifico in funzione anti russa e anti cinese. Lo stesso Stoltenberg ha anticipato in un’intervista rilasciata su vari quotidiani europei una possibile evoluzione della Nato in questa direzione. Meno promettente l 'incontro con la Ue, con la quale sussistono vari dossier commerciali aperti con posizioni ancora divergenti su dazi e accesso al mercato. L'incontro con Putin, infine, servirà a riprendere il dialogo con Mosca dopo le forti espressioni usate da Biden nei confronti del Presidente russo. Non c'è da attendersi grandi risultati, ma certamente i colloqui tra i due leader serviranno a definire meglio i limiti da non superare da una parte e dall'altra per evitare pericolose escalation militari.
 
Altre sull'argomento
Gli atteggiamenti sul Green pass
Gli atteggiamenti sul Green pass
Prima dell'obbligatorietÓ due italiani su tre si dichiaravano a favore
Altro parere
Altro parere
Silenzi assordanti
Quei giochi pericolosi
Quei giochi pericolosi
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Fake news, ecco come nascono
Fake news, ecco come nascono
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.