Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Colpire la Bielorussia perchÚ Mosca intenda

Si allunga l'elenco dei passi falsi di Putin in vista dell'incontro con Biden

Riccardo Perissich 26/05/2021

Colpire la Bielorussia perchÚ Mosca intenda Colpire la Bielorussia perchÚ Mosca intenda È una scena che si credeva riservata ai film sulla guerra fredda: l’aereo di Ryanair in volo verso Vilnius dirottato all’ultimo momento da due Mig e obbligato ad atterrare a Minsk con il pretesto di una bomba, ovviamente inesistente, a bordo; tutto per permettere al governo della Bielorussia di arrestare un dissidente biondo di 26 anni con la faccia da bambino e la sua fidanzata. Nel film tutti sono alla spasmodica ricerca dei dirompenti segreti in possesso del povero ragazzo. Questa volta il mistero è uno solo: come potevano le autorità bielorusse ignorare che la reazione occidentale sarebbe stata violenta? Come se non bastasse, ce lo propinano ora con il volto un po’ ammaccato mentre dice che è in prigione perché colpevole ma è trattato bene. La reazione europea per una volta è stata immediata. Il Consiglio Europeo ha deciso di bandire la compagnia aerea bielorussa e di chiedere di non sorvolare quello spazio aereo. Queste le prime misure, ma alla Commissione e ai ministri è stato chiesto di studiare ulteriori sanzioni. È prevedibile che saranno severe e, se non ci si mette di mezzo la solita Ungheria, rapide. Lo zelo con cui l’Ue sempre un po’ esitante quando ha a che fare con la Russia decide prontamente sanzioni contro la Bielorussia, ricorda anche per chi ha l’età giusta gli anni ’60, quando l’Urss e la Cina stavano operando una clamorosa rottura e il Pci esitava a pronunciarsi a favore dell’Urss a causa di qualche simpatia cinese al suo interno. Così i suoi dirigenti decisero intanto di assumere una posizione fortemente critica nei confronti dell’Albania che si era schierata con la Cina.
 
Come allora per il Pci, oggi per l’Ue colpire la Bielorussia consente con un minimo costo un rendimento molto alto. Esso è offerto su un piatto d’argento dallo strano comportamento della Russia che si è affrettata a correre in aiuto dell’alleato, definendo “isterica” la reazione occidentale. Vale la pena di chiedersi perché la Russia si sia messa in questa situazione che la rende apertamente corresponsabile di quanto è accaduto. Da ora il senso politico delle sanzioni è che sono di fatto dirette anche contro la Russia. Conveniva a Putin, dopo Navalny, aggiungere anche il povero Protasevich al menu del suo incontro di Ginevra con Biden? Se si inanellano tutti i marchiani errori commessi negli ultimi anni dai servizi russi, si è tentati di concludere che l’Urss, in confronto agli autocrati attuali, era un monumento di competenza e professionalità. Resta un problema per l’Ue, come pure per gli Usa. Quando si applicano sanzioni, non basta sapere perché; bisogna anche sapere che comportamento ci aspettiamo dal destinatario. È così per l’Iran e per le sanzioni attualmente applicate contro la Russia. In nessun caso possiamo dire, mentiremmo alla nostra opinione pubblica, che chiediamo un cambio di regime. La contropartita delle sanzioni devono essere azioni, il più possibile concrete e verificabili, che il destinatario ha il potere di attuare. Quindi in questo caso non si tratta di chiedere la cacciata di Lukashenko, ma allora cosa? La liberazione di Protasevich è una richiesta ovvia, ma vogliamo aggiungere altro? Sarà bene essere chiari.
 
Altre sull'argomento
La crisi tunisina accentua la destabilizzazione del Mediterraneo
La crisi tunisina accentua la destabilizzazione del Mediterraneo
Tunisi sull'orlo del colpo di Stato preoccupa Italia e Ue
Giorgetti alla sfida dei microprocessori
Giorgetti alla sfida dei microprocessori
E' un tema secondario chiedere la revisione delle norme sugli aiuti di stato
La scomparsa dell'Europa...
La scomparsa dell'Europa...
... nella sfida tra le multinazionali
Cuba di nuovo al centro del confronto internazionale
Cuba di nuovo al centro del confronto internazionale
Gli Usa chiedono il rispetto dei diritti, Russia e Cina in soccorso di ...
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.