Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Napoleone, imperatore dei borghesi

A 200 anni dalla morte prosegue il processo a Bonaparte

Paolo Mazzanti 05/05/2021

Napoleone, imperatore dei borghesi  Napoleone, imperatore dei borghesi Cinico egolatra il cui nome sostantivato “bonapartismo” indica l’autoritarismo moderno; generale che non esitava a insanguinare i campi di battaglia (per la Russia partirono 600 mila francesi e tornarono in 16 mila); governante inumano che nel 1802 ripristinò la schiavitù abolita dalla Rivoluzione (che del resto sopravvisse in Gran Bretagna fino al 1833 e in Usa fino al 1865)? Oppure grande modernizzatore che in 19 anni, da Marengo 1796 a Waterloo 1815, esportò gli ideali rivoluzionari (liberté, egalité, fraternité), li tradusse in codici e leggi (compreso l’editto di Saint Cloud che vietando le sepolture nei centri urbani diede un forte impulso all’igiene pubblica), istituì l’istruzione obbligatoria e giunse a vagheggiare il sogno di un’Europa unita, sia pure a egemonia francese?
 
A 200 anni dalla morte e dopo 85 mila libri a lui dedicati, Napoleone continua a dividere, non solo in Francia. Il 18 brumaio 1799, a 10 anni dalla Bastiglia, il colpo di stato bonapartista inaugurò una violenta dittatura o “stabilizzo’” la Rivoluzione, dopo gli eccessi sanguinari del Terrore e il disagio della nascente borghesia, che voleva tornare ai propri affari? I soldati condotti a combattere in tutta Europa idolatravano il loro generale che Hegel, vedendolo passare a cavallo a Jena, definì “anima del mondo”, personificazione dello Spirito assoluto e della Storia. L’ardua sentenza su di lui, che Manzoni delegò a noi posteri, è ancora sospesa. E probabilmente lo stesso Imperatore sarebbe in imbarazzo ad emetterla: non privo d’ironia, pare che poco prima dell’autoincoronazione in Notre Dame (“Dio me l’ha data, guai a chi la tocca”) parlando col fratello, con un sorriso abbia mormorato: “Se nostro padre ci vedesse...”.
 
Altre sull'argomento
L'Europa ritrova il calcio
L'Europa ritrova il calcio
Sintesi degli editoriali dei principali giornali
Brexit: doveva essere un Armageddon...
Brexit: doveva essere un Armageddon...
Potrebbe essere una sorpresa
La giustizia e il difficile equilibrio
La giustizia e il difficile equilibrio
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Le sorprese della spesa pro-capite
Le sorprese della spesa pro-capite
Per sanitÓ e istruzione spendiamo meno di Francia e Germania
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.