Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Una vita due passi indietro

Il Regno orfano del marito-piedistallo di Elisabetta

Maria Grazia Enardu 12/04/2021

Una vita due passi indietro Una vita due passi indietro Sempre due passi dietro da 73 anni, un record di durata coniugale, dinastica, umana. Per Elisabetta era forza e sostegno ma in realtà era un piedistallo, su cui la monarca si è eretta e, per transizione, il paese si è poggiato. Per anni ci siamo chiesti se il Regno Unito potesse reggere Brexit, covid e pure scomparsa della regina. Ora se ne va invece lui e, come una smagliatura, l'arazzo della corona rischia di perdere molti punti, cedere. Filippo era curioso, colto, diretto, ed era il compagno alla regina, l'unica persona con cui lei poteva parlare. Elisabetta ora dovrà scegliere se andare avanti da sola, in anni che saranno pochi e assai duri, o passare la mano e assistere al diluvio. Il Regno in covid gli darà un sobrio funerale, onorando Filippo per quel che è stato: rispettoso ma non reverente, vassallo devoto ma soprattutto marito, sempre dietro la sovrana in pubblico ma patriarca in casa di una famiglia turbolenta.
 
Senza il piedistallo, la regina apparirà come vecchietta fragile e sola, anche se tenterà in ogni modo di mantenere le apparenze che in una monarchia sono tutto. Il Regno ha enormi problemi, in parte se li è cercati, e poi li ha affidati a un clown diventato quasi serio ma sempre incompetente. Il Regno non invecchia bene (tutto il contrario di Filippo, dignitoso anche nella fragilità degli ultimi anni). C'era l'impero, oggi c'è solo il Commonwealth cui Elisabetta è tanto affezionata ma è un simulacro che reggerà finché campa lei, poi si affloscerà. Nei suoi 100 anni Filippo ha attraversato tutto, con barra dritta. Nelle foto di famiglia, è l'unico europeo e cosmopolita: nato in Grecia, sballottato per l'Europa tra molti parenti, finché non è approdato tra i Windsor, provinciali col trono in casa. Il tributo più sentito è che mancherà a tutti.
 
Altre sull'argomento
Un tunnel per difendere la Brexit
Un tunnel per difendere la Brexit
Gli scontri in Irlanda del Nord per la questione doganale preoccupano Londra
Altro parere
Altro parere
Calma e vaccinatevi: la via inglese con Astrazeneca
Long Live the Firm
Long Live the Firm
Dietro il polverone dei Windsor
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.