Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Altro parere

La libertà è un diritto inviolabile

Redazione InPiù 09/06/2021

Altro parere Altro parere Stefano Bonaccini, Quotidiano Nazionale
Sul Quotidiano Nazionale Stefano Bonaccini, presidente della regione Emilia-Romagna, si occupa del caso di Saman Abbas, la giovane di origine pachistana presumibilmente uccisa dai familiari. Saman abitava a Novellara, nella campagna reggiana. L’Emilia-Romagna non ha intenzione di restare in silenzio, afferma Bonaccini. La reazione della comunità di Novellara e del tessuto sociale della nostra regione lo testimonia. Certo è che Saman voleva costruire e vivere la propria vita. La vita di una persona, di una ragazza di diciotto anni, il diritto di essere ciò che si è e ciò che si vuole essere, un diritto inalienabile, che non può essere messo in discussione o negato da alcuno. Diciamolo con nettezza: non è minimamente accettabile appellarsi a qualsivoglia motivo culturale o religioso, a tradizioni o precetti di sorta per negare la libertà della persona e il diritto alla sua autodeterminazione. Per di più ricorrendo a violenze e soprusi, fisici e psicologici, che possono spingersi fino a togliere la vita. Le circostanze e i contorni di una vicenda così inquietante non consentono balbettii e relativismi: era diritto di Saman vivere come ritenesse, viceversa la sua famiglia non aveva alcun diritto di imporre ‘leggi’ proprie. Esistono le leggi dello Stato, non altre, che regolano la convivenza civile e che sono state pensate per tutelare la persona e l’affermazione dei suoi diritti. Rispetto a questo, non ci sono e non ci possono essere zone franche, nemmeno in ambito familiare. E non può esistere alcuna extraterritorialità a cui possa appellarsi qualsiasi gruppo di persone: chi vive in Italia e risiede in Italia deve godere a pieno dei diritti di cittadinanza previsti ma deve anche rispettare i doveri fissati dalle leggi in vigore. Leggi che affondano le radici nella lotta per la libertà, la democrazia, la solidarietà, l’emancipazione della persona, l’uguaglianza. Quello stato di diritto previsto e prescritto senza deroghe nella nostra Costituzione.
 
Francesco Storace, Il Tempo
Le mani nei capelli. Anzi sullo scafandro, ché ormai neppure a giugno si può camminare tranquilli per Roma. La bomba d’acqua che ha paralizzato ieri la parte nord della città – scrive Francesco Storace sul Tempo – ha provocato danni enormi. È sempre la solita storia: se nella Capitale piove ci possiamo mettere il cuore in pace. Il giudizio di Dio si abbatte sui sindaci. Il maltempo fa vittime soprattutto in Campidoglio. Ci combatté Gianni Alemanno con la neve, Ignazio Marino si beccò l’alluvione e gli sghignazzi della Raggi, ora si ritorce tutto contro donna Virginia. Che maledice il destino cinico e baro. Il violento acquazzone di ieri era scritto nelle previsioni. E se in Campidoglio c’è una colpa, è quella di non aver mobilitato la struttura ad impedire danni. Al centrodestra converrà candidare a sindaco un personaggio dotato di buoni stivali. C’è da vergognarsi a raccontare quanto accaduto. Corsie d’acqua manco fossimo in presenza di una gara di canottaggio per quanto le strade erano allagate. Corso Francia ne è stato l’esempio più evidente, i social sono stati impietosi con i video che sono partiti a manetta sulla rete. Poi, le notizie più drammatiche, sconcertanti, quelle che ti lasciano davvero a bocca aperta. 40 bambini di un asilo prelevati da una struttura che era diventata inagibile e pericolosa per loro e quindi evacuata in fretta. Un ragazzo disabile salvato nella sua automobile dai carabinieri. Manco nel terzo mondo si campa così. I rifiuti ci sommergono ovunque. Ma le immagini degli allagamenti nel mese di giugno erano un’opzione che non ricordavamo. Dopo le prove per le motociclette tra le buche di Roma, conquisteremo un’altra specialità con le imbarcazioni da mettere alla prova su strada prima dell’arrivo ufficiale della stagione estiva? È un tema di dignità grande come una casa per quella che sappiamo essere – e come ci teniamo! – la più bella città del mondo. Questa nostra Capitale non può essere ogni volta messa alla berlina perché la sua amministrazione non è mai capace di fronteggiare gli eventi legati al maltempo.
 
Altre sull'argomento
Il coronavirus e la vera libertà
Il coronavirus e la vera libertà
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Contundente
Contundente
Contundente
Discarica
Il green pass e la libertà
Il green pass e la libertà
Meloni e Salvini si sono scagliati contro le limitazioni per i non vaccinati
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.