Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Flora

Alessandro Robecchi, Sellerio 2021

Ex libris - Elisabetta Bolondi 30/04/2021

La copertina del libro La copertina del libro Nel nuovo romanzo di Alessandro Robecchi, "Flora", compaiono personaggi che conosciamo già: Carlo Monterossi, il creatore di un format televisivo di enorme successo, ora ritiratosi dalla grande azienda che gli ha dato fama e ricchezza, la sua amica Bianca Ballesi, produttrice nella stessa tv, di cui conosce ogni meandro, e i due detective privati Oscar Falcone e Agatina Cirrielli, ex poliziotta. E' avvenuto qualcosa di sensazionale: Flora De Pisis, l'icona del programma Crazy Love, una celebrità che ha fatto la ricchezza del proprietario della tv commerciale grazie alla creatività dell'ormai "pentito" Monterossi, è stata rapita. Due persone l'hanno prelevata mentre rientrava nel suo appartamento e di lei si sono perse le tracce. Nessuno deve sapere di questo gesto assurdo; la stessa Flora invia un video nel quale chiede che siano rispettate le richieste dei suoi rapitori: il 24 luglio prossimo, alle 21, nell'orario di massimo ascolto, a reti unificate, Flora dovrà parlare per un'ora, senza che nulla e nessuno possano interromperla o fermarla. Il contenuto della diretta è un segreto a cui nessuno potrà accedere. La notizia del rapimento della diva beniamina del pubblico nazional-popolare viene resa nota dagli stessi rapitori e diventa un problema di Stato, proprio perché la libertà di dire qualunque cosa senza censura non è concepibile dall'azienda e tanto meno dalla politica.
 
Poco si può dire della trama di questo libro veramente originale di Robecchi, molto diverso dai precedenti, molto centrato sul tema della libertà dell'espressione artistica, su quello delicato del ruolo della cultura in televisione, sul controllo della scelta dei materiali che vengono proposti dal sistema mediatico, sulla falsità di quanto viene costruito con abilità da parte di autori e conduttori cinici fino alla manipolazione dei sentimenti più sacri. Alessandro Robecchi costruisce un'alternativa alla tv in cui si piange, che ha ridotto il pubblico a voyeurs curiosi delle sensibilità più intime delle persone coinvolte, proponendo in un capannone dismesso della più degradata periferia milanese una struttura comunicativa altamente tecnologica dove una coppia di personaggi apparentemente comuni hanno escogitato un piano raffinato nel quale la viziata star Flora possa provare ad interpretare una parte vera, sincera, nella quale immergere la sua personalità, liberata da anni di finzione, di sentimenti costruiti a tavolino, ad uso di un pubblico abituato ad essere preso in giro.
 
Bravo davvero Alessandro Robecchi a costruire una trama complicata nei pochi giorni roventi di una Milano straniata, silenziosa. Ho avuto nostalgia dei due poliziotti Ghezzi e Carella, eroi dei precedenti libri, ma in compenso c'è Katrina, la cuoca moldava che rende facile la vita al signor Carlo Monterossi, cucinando prelibatezze per lui che in questo libro rimane appartato, costretto a riflettere sui programmi che ha costruito, sui suoi errori di valutazione: deve confrontarsi con una verità che per un'ora tiene incollati milioni di telespettatori, politici e poliziotti, giornalisti e intellettuali, casalinghe inquiete e pensionati annoiati: si può fare un grande spettacolo di verità raccontando un grande poeta francese surrealista, Robert Desnos, patriota resistente, tristemente dimenticato, capace di attirare, interessare, commuovere molto più delle insulse storie lacrimevoli presentate ogni giorno da un sistema falso e ipocrita. Forse poi tutto tornerà come prima, dopo l'incredibile performance di Flora, ma per Monterossi è una sfida impegnativa. Saprà far tesoro di questo evento mediatico strepitoso? Robecchi è uscito dal solito giallo, ha fatto un gradino più alto nel raccontarci una insolita Milano.
Altre sull'argomento
La lampada del diavolo
La lampada del diavolo
Patrick McGrath, La Nave di Teseo, 2021
Angeli e carnefici
Angeli e carnefici
Cinzia Tani, Rizzoli - 2021
Il libro delle case
Il libro delle case
Andrea Bajani, Feltrinelli 2021
Signora Vita
Signora Vita
Ahmet Altan, E/O - 2021
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.