Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

La collina dei delitti

Roberto Carboni, Newton Compton 2021

Ex libris - Elisabetta Bolondi 12/03/2021

La copertina del libro La copertina del libro Il precedente romanzo di Roberto Carboni si segnalava per la capacità di creare in un ambiente tipicamente italiano un clima gotico, nel quale nebbia e oscurità contribuivano alla crescita angosciosa della suspence. Ora, nel nuovo romanzo appena uscito per Newton Compton, Carboni si misura con la neve, continua e invadente, intorno a cui si muovono i protagonisti della storia. Una Bologna ricca nella quale vediamo aggirarsi famiglie felici e potenti: una villa con un grande parco, dove vive   l'architetto Gabriele Moretti, sua moglie Benedetta, oculista, e la bambina Clara, di sei anni. Nella casa vicina ci sono invece Adriano e Flavia, i suoceri di Gabriele, potenti  e influenti professionisti che hanno mal visto il matrimonio della figlia con lo sconosciuto architetto, al quale avrebbero preferito un medico affermato. Benedetta è amica di Silvia Conti, figlia di un noto industriale, manager a sua volta, volitiva ed arrogante.
 
Dieci anni prima, c'erano state strane feste a cui gli esponenti della migliore gioventù cittadina aveva partecipato. Fra loro una modella sudamericana, Anna Paola, desiderosa di far parte di quel mondo di potere e ricchezza dalla quale si sentiva esclusa. Il passato torbido, nel quale droga, alcol ed esoterismo, riti satanici e ricatti si erano svolti in una villa sulle colline, torna alla ribalta quando i nuovi proprietari del terreno decidono di costruire una piscina. Imprevedibilmente emergono dallo scavo cadaveri che erano stati sepolti molti anni prima. La città ne rimane sconvolta, polizia e magistratura intervengono, ma il commissario Alvoni, incaricato delle indagini, capisce subito che il caso è complesso e ramificato, e sarà difficile risalire agli assassini, certamente intoccabili, capaci degli orrori che emergono dal terreno. Per non rivelare di più, dico che i personaggi della storia sono ben costruiti, e non era facile, dato il terreno scivoloso nel quale l'autore si avventura.
 
In terra russa, ai confini del mondo, c'è un luogo chiamato Krasnoyarsk, dove avvengono misteriosi fatti di natura esoterica, dove si evocano i morti, dove si comunica con gli spiriti dell'aldilà. E proprio dallo studio di quegli eventi parte la narrazione. Pur essendo un romanzo di fantasia, Roberto Carboni si è inoltrato in quel mondo per lo più sconosciuto nella nostra tradizione e ha costruito una storia che "prende il lettore alla gola". La caratteristica che più colpisce nel libro è la capacità di mettere insieme una tranquilla "normalità" di esistenze borghesi dove si vive, si lavora, ci si incontra, si gioca con i bambini, e un mondo di orrenda violenza fisica e psichica, dove "si è chiamati" da forze oscure, ci si maschera, si sevizia, tortura, uccide in nome di credenze che trovano giustificazione in sedicenti cultori di scienze occulte. La città di Rimini, la spiaggia del divertimento estivo, diventa il luogo cupo dove si svolge un convegno di misteriosi studiosi che si nutrono di volumi sulla negromanzia, sulla profezia, sui sacrifici rituali.
 
Di chi può fidarsi Gabriele, mentre tutta la sua vita familiare e professionale sembra crollargli addosso? Sta impazzendo, la sua mente evoca mostri, è anche lui coinvolto in un passato che ha totalmente rimosso? Può aiutarlo l'ipnosi a cui disperato ricorre? Chi minaccia la sua bambina fin dentro il recinto della villa di famiglia? Che ruolo svolge sua moglie? Il commissario Alvoni riuscirà a stanare i colpevoli degli atroci delitti? Gli interrogativi si susseguono portando il lettore a leggere il libro fino all'ultima pagina, del tutto imprevedibile. Carboni non ci lascia un attimo, tenendoci legati ad un'atmosfera per la quale proviamo repulsione, tra scienza e magia, di cui si stenta a cogliere il confine, ma che tuttavia ci cattura. "La cultura dell'Apocalisse è appena cominciata", si legge nell'esergo del romanzo: è anche questo che vuole comunicarci Roberto Carboni? In vetta alle classifiche di vendita, romanzo consigliato gli amanti del genere.
Altre sull'argomento
Flora
Flora
Alessandro Robecchi, Sellerio 2021
Autobiografia di Petra Delicado
Autobiografia di Petra Delicado
Alicia GimÚnez-Bartlett, Sellerio 2021
Diario di un amore perduto
Diario di un amore perduto
Eric-Emmanuel Schmitt, E/O 2021
Vipere a San Marco
Vipere a San Marco
Paolo Forcellini, Marsilio 2021
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.