Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Sei anni fa il naufragio a largo di Lampedusa, 368 le vittime

In maggioranza somali ed eritrei

A cura di Askanews 03/10/2019

Sono passati sei anni dal giorno in cui 368 persone morirono a un passo dalle coste italiane, vicino al porto di Lampedusa. Il barcone con cui stavano tentando di raggiungere l'Europa prese fuoco e si ribaltò in mare nella notte. A bordo c'erano 500 uomini, donne e bambini,  provenienti dalla Somalia e soprattutto dall'Eritrea. Molti furono salvati da pescherecci e barche private che sentirono le grida d'aiuto di quelle centinaia di persone finite in mare. La maggior parte non riuscì a salvarsi, centinaia di bare furono allineate nell'hangar a Lampedusa, un fiore su tutte, un pupazzo su quelle dei bambini. Fu una delle più grandi tragedie del Mediterraneo, in seguito alla quale prese il via l'operazione Mare Nostrum, missione umanitaria con l'obiettivo di intervenire per salvare i barconi di migranti in difficoltà, evitando nuove tragedie.In ricordo delle vittime sono stati organizzati diversi eventi in tutta Europa, compresa una marcia a Lampedusa, qui nelle immagini di Amnesty International, per chiedere alle istituzioni europee che il 3 ottobre diventi la ''Giornata della memoria e dell'accoglienza''.
Altre sull'argomento
Altro parere
Altro parere
Rendere memorabile la manovra
Altro parere
Altro parere
Per non cedere a odio e morte
Come restare in Serie A
Come restare in Serie A
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Migranti, ora investire di pi¨ nell'integrazione
Migranti, ora investire di pi¨ nell'integrazione
Quattro messaggi dall'accordo di Malta
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.