Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Fca-Renault, Di Maio accusa l'interventismo di Parigi

Per la mancata fusione

A cura di Askanews 07/06/2019

Il mancato matrimonio tra Fiat-Chrysler con Renault ha generato uno scambio d'accuse e un rimpallo di responsabilità per il fallimento del progetto di fusione. Dopo il ritiro dell'offerta da parte di Fca, la Francia ha cercato di addossare le responsabilità all'atteggiamento di Nissan e della stessa Fca, ma il vicepremier e ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio ha puntato il dito contro Parigi. ''Neanche Renault è contenta dell'interventismo dello Stato francese. Quella era un'operazione di mercato'', ha spiegato il ministro dello Sviluppo economico. ''Se si fa mercato, una grande azienda parla con la sua omologa, non è che interferiscono ministri e presidenti della Repubblica. La Francia non ha fatto una bella figura'', ha aggiunto Di Maio rivelando che anche il governo italiano era in contatto con la multinazionale italo statunitense, ma che ha scelto deliberatamente di rispettare quella che era una operazione di mercato.In precedenza il ministro dell'Economia francese Bruno le Maire aveva parlato dell'esigenza che la fusione ''fosse siglata nel quadro dell'alleanza tra Renault e Nissan. Questo presupponeva che i rappresentanti di Nissan, presenti nel consiglio di Renault, votassero a favore del progetto. Mercoledì sera questa condizione non è stata rispettata''.
Altre sull'argomento
Altro parere
Altro parere
Ripartiamo dallo stop
Lo scambio salario minimo-cuneo fiscale
Lo scambio salario minimo-cuneo fiscale
Resistenza delle imprese al tavolo con le parti sociali
Di Maio sventola l'abolizione del canone
Di Maio sventola l'abolizione del canone
Per tentare di far dimenticare il si del governo alla Tav
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.