Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Incidente di Venezia, Toninelli sulla graticola: deve decidere

Coinvolta la nave MSC Opera

A cura di Askanews 03/06/2019

Le immagini della nave da crociera ''Msc Opera'' che urta un battello a Venezia provocando 5 feriti hanno fatto il giro del mondo.L'incidente ha scatenato forti polemiche nel governo, dopo anni di denunce e rimpalli sulla tratta che questi giganti del mare da migliaia di tonnellate devono percorrere per raggiungere la città lagunare; attualmente il Canale della Giudecca, come nel caso dello schianto di domenica, e il bacino di San Marco. Sulla graticola è finito il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, colui che ''deve decidere''.''Le navi devono passare dal canale Vittorio Emanuele. C'è anche un atto del Comitatone e le carte sono in mano a Toninelli'', ha dichiarato il primo cittadino veneziano, Luigi Brugnaro, in un'intervista al Corriere della Sera.Gli fa eco il governatore del Veneto Luca Zaia, chiedendo di mettere fine a questo scaricabarile e a Toninelli di esprimersi: ''Non a breve. Subito''.Toninelli, dopo avere commentato domenica che dal Comitatone erano usciti 13 progetti, che il suo ministero aveva ridotto a tre (Chioggia, San Niccolò e Malamocco), oggi, in un'intervista alla Stampa ha sottolineato:''Siamo per la chiusura, ma prima, per non perdere le crociere a Venezia, bisogna trovare l'alternativa, anzi le alternative, quella definitiva e quella provvisoria. Il ministro ha annunciato che ''entro fine giugno'' verrà scelto il progetto, nel frattempo ''stiamo già lavorando per la soluzione provvisoria e ci vorrà qualche mese per metterla in campo''.(con immagini Twitter di Beppe Caccia).
Altre sull'argomento
Sblocca Cantieri, parole grosse
Sblocca Cantieri, parole grosse
... ma esiti concreti assai incerti
I casi Siri e Raggi bombe sotto il governo
I casi Siri e Raggi bombe sotto il governo
Grillini e leghisti reclamano le dimissioni dell'esponente del partito ...
Altro parere
Altro parere
Il cigno nero
Caso De Vito, le cause della corruzione
Caso De Vito, le cause della corruzione
Limite dei mandati, blocco dei progetti urbanistici, carente selezione ...
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.