Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Andrea Delmastro: "Non erano carte segrete. Sto subendo un'ingiustizia"

Niccolò Zancan, La Stampa, 3 dicembre

Redazione InPiù 03/12/2023

Andrea Delmastro: Andrea Delmastro: "Non erano carte segrete. Sto subendo un'ingiustizia" Sottosegretario Andrea Delmastro, le carte che lei ha divulgato sul caso Cospito hanno rappresentato un «pericolo per la sicurezza nazionale». Ha letto? «Ho letto. Divertente» risponde, in una intervista di Niccolò Zancan pubblicata sulla Stampa di domenica 3 dicembre. Divertente? «Non voglio commentare i dettagli. Mi attesto su quanto ha dichiarato il procuratore Gratteri. Non erano carte segrete». Erano carte estremamente delicate, carte a «limitata divulgazione», che voi di Fratelli d'Italia, secondo l'accusa, avete usato per ragioni politiche. Cosa risponde? «Secondo Gratteri non erano carte coperte da segreto». Quello che emerge dall'inchiesta è che lei si è dato un gran da fare per ottenere le intercettazioni e passarle al suo compagno di partito Donzelli, in modo che lui potesse citarle in Parlamento. Perché tutta questa solerzia? «È un problema impegnarsi? Ho per quelle carte lo stesso interesse che ho per tutti gli altri dossier che chiedo quotidianamente. A differenza della sinistra, io quello che faccio lo rivendico sempre. Sono fiero di non andare in cella a trovare l'anarchico Cospito e i camorristi, sono convinto che debbano restare al carcere duro se non si ravvedono». È amareggiato? «No. Non lo sono».
 
 
È preoccupato di mettere in difficoltà il governo con il suo rinvio giudizio? «Questa è una vostra ipotesi, per me vale molto di più quello che pensa il mio partito». Ha ricevuto rassicurazioni? «Non sono alla ricerca di rassicurazioni. Ma sento Giorgia Meloni ogni giorno e parliamo ditutto». Le frasi del ministro Crosetto sui giudici politicizzati erano un modo per preparare l'opinione pubblica al suo rinvio a giudizio? «Credo che il ministro Crosetto abbia già risposto al Parlamento». Ma lei la vede questa cospirazione giudiziaria contro il vostro governo? «Io avverto un'ingiustizia nei miei confronti, evidentemente. Altrimenti non mi professerei innocente».
 
Leggi l'articolo completo sul sito di InPiù
 
 
Altre sull'argomento
Gene Gnocchi: su Virginia una polemica avvilente. Noi dobbiamo graffiare i politici
Gene Gnocchi: su Virginia una polemica avvilente. Noi dobbiamo ...
Francesca D'Angelo, La Stampa, 20 gennaio 2024
Gene Gnocchi: su Virginia una polemica avvilente. Noi dobbiamo graffiare i politici
Gene Gnocchi: su Virginia una polemica avvilente. Noi dobbiamo ...
Francesca D'Angelo, La Stampa, 20 gennaio 2024
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.