Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Dombrovskis: attenzione al debito e avanti su riforme

Marco Zatterin, La Stampa, 20 gennaio

Redazione InPiù 20/01/2023

Valdis Dombrovskis Valdis Dombrovskis In questo delicato momento per l’economia europea, tra un rischio recessione che ancora aleggia e la guerra in Ucraina che non sappiamo come andrà a finire, “bisogna evitare che vi siano contraddizioni fra la politica monetaria e quelle di bilancio». Lo afferma Valdis Dombrovskis, vicepresidente esecutivo della Commissione Ue, intervistato sulla Stampa del 20 gennaio da Marco Zatterin. Presidente, l’Europa riuscirà a non andare in rosso? «Attraversiamo un momento difficile. I prezzi dell’energia sono elevati e così è l’inflazione. Negli ultimi mesi abbiamo osservato dei segnali positivi. La crescita economica è più forte di quanto ci aspettassimo e probabilmente eviteremo una recessione. Il mercato del lavoro si mantiene solido. I listini dell’energia sono inferiori al previsto. La velocità di aumento dei prezzi dovrebbe aver raggiunto il massimo, se non ci saranno altri choc». Pensa agli sviluppi dell’aggressione all’Ucraina? «È l’altro dei grandi problemi che abbiamo. Il modo migliore per superare la crisi è porre fine alla guerra. Questo comporta continuare a mettere pressione sui russi, e offrire tutto il sostegno necessario a Kiev, militare e finanziario. L’Ue ha già reso disponibili 18 miliardi e ne ha versati tre. Dobbiamo andare avanti». Tutto tranquillo sul fronte italiano? «La nostra valutazione della manovra per il 2023 è positiva. Le cose sono nel complesso sulla strada giusta. L’attuazione delle nostre raccomandazioni va bene. L’importante è non perdere slancio». Perché? «Il 2023 sarà il grande anno dei pagamenti legati al Next GenerationEu e tutti gli Stati membri devono avanzare con le riforme e gli investimenti. Non si può restare indietro».
 
Leggi l'intervista completa sul sito InPiù
Altre sull'argomento
Dombrovskis: attenzione al debito e avanti su riforme
Dombrovskis: attenzione al debito e avanti su riforme
Marco Zatterin, La Stampa, 20 gennaio
Bonaccini: “Una nuova classe dirigente per il Pd”
Bonaccini: “Una nuova classe dirigente per il Pd”
Fabio Martini, La Stampa, 12 dicembre
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.