Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Angelo Camilli: "La Capitale farà rinascere l'Italia"

Mario Benedetto e Filippo Caleri, Il Tempo, 1° luglio 2022

Redazione InPiù 01/07/2022

Angelo Camilli: Angelo Camilli: "La Capitale farà rinascere l'Italia" Sul Tempo del 1° luglio Mario Benedetto e Filippo Caleri intervistano Angelo Camilli, presidente di Unindustria, l’associazione locale degli industriali e delle imprese laziali che fanno capo a Confindustria. «Il Lazio è la seconda regione italiana per Pil: lo sforzo che stiamo cercando di fare in questo anno e mezzo con le istituzioni locali e nazionali è quello di far percepire il nostro territorio come una realtà fatta di imprese e di industrie» dice Camilli. «Sarà un decennio ricco di opportunità che possono trasformare la regione e Roma. E farle diventare un traino per l’intera economia del Paese» aggiunge Camilli. Quali sono le prospettive della Regione Lazio in vista delle risorse del Pnrr in arrivo? «Come associazione già dal 2020 abbiamo manifestato ottimismo, anche se eravamo ancora nel pieno del Covid-19. I segnali di tante occasioni per Roma e per il Lazio comunque già erano abbastanza evidenti. Sono tanti, infatti, i settori di eccellenza nazionale e internazionale. Ai molti punti di forza del nostro tessuto produttivo si sommano le opportunità che avremo con il Pnrr e i fondi di programmazione comunitaria, la vivacità degli investimenti privati e i grandi eventi già in calendario, che porteranno sul territorio una ricaduta economica e occupazionale molto significativa. A questo si vanno ad aggiungere investimenti in infrastrutture materiali ed immateriali, che potrebbero cambiare il volto di Roma e del Lazio. Si può aprire davvero un decennio storico di crescita per la nostra città, per la Regione e per tutta l’Italia». Pensiamo agli eventi come la prossima Rider Cup, il Giubileo 2026, il Giubileo straordinario del 2033 passando poi per l’Expo 2030. Si parla di un impatto economico di 45 miliardi. Quanto peserà questo sullo sviluppo dell’economia laziale? «Moltissimo. Noi ci abbiamo sempre creduto. Già da settembre 2020, il mio discorso di insediamento si poggiava su tre progetti fondamentali: Rome Technopole, cioè la nascita di un centro multi-tecnologico, l’economia del mare e il lancio della candidatura di Roma a ospitare l’Expo. Al di là della ricaduta economica che possono generare i grandi eventi si tratta di opportunità perfette per progettare il futuro di un territorio. Dobbiamo pianificare già da adesso come vogliamo strutturare la nostra città con gli investimenti che arriveranno e che potranno rimanere nel tempo come un patrimonio. Noi per quanto riguarda l’Expo stiamo per presentare la Fondazione che sosterrà il Comitato promotore, al cui interno ci saranno tutte le associazioni del territorio e soprattutto le aziende. La Fondazione sarà aperta a tutti i soggetti imprenditoriali che vorranno sostenere la corsa verso Expo 2030». Le imprese stanno lamentando difficoltà per quanto riguarda l’accesso ai bandi del Pnrr. La vostra associazione sta creando degli strumenti per consentire alle imprese di accedere più facilmente ai bandi? «È ovvio che si è creata una grande aspettativa da parte del sistema-imprese, soprattutto in un primo periodo in cui c’è stata anche scarsa chiarezza al riguardo. Il nostro Paese non brilla per efficienza sotto questo punto di vista. Il Pnrr è molto ambizioso e difficile da realizzare, ma devo riconoscere che da poco tempo le risorse stanno calando sui territori. Il tema adesso è che le Regioni e i Comuni devono essere in grado di presentare buoni progetti per aver le risorse e costruire gare e bandi di qualità per spendere al meglio i fondi a disposizione. Ci sono un po’ di ritardi presso le piccole amministrazioni, ma noi ci stiamo ponendo il problema di come poter segnalare e comunicare le informazioni ai nostri associati. Attraverso un nostro osservatorio in partnership con l’Università di Tor Vergata e Promo Pa, monitoriamo i principali bandi di gara per poi comunicarli alle imprese attraverso uno sportello sul nostro sito aggiornato settimanalmente». 
 
Leggi l'intervista integrale sul sito di InPiù
Altre sull'argomento
Angelo Camilli:
Angelo Camilli: "La Capitale farà rinascere l'Italia"
Mario Benedetto e Filippo Caleri, Il Tempo, 1° luglio 2022
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.