Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Landini: ora serve un contratto per il lavoro da casa

Paolo Griseri, Repubblica, 1 maggio

Redazione InPi¨ 02/05/2020

Maurizio Landini Maurizio Landini Questo Primo Maggio deve rappresentare «l’occasione per ripensare il lavoro, la possibilità di cambiare il modello del nostro sviluppo, di avviare l’era della responsabilità. Ma anche di adattare la contrattazione ai nuovi modi di lavorare». E’ quanto auspica Maurizio Landini, segretario generale della Cgil, intervistato su Repubblica da Paolo Griseri nel giorno della Festa del lavoro. Landini, un Primo Maggio virtuale? «Un Primo Maggio reale. Sono reali i lavoratori italiani che oggi lo festeggiano. Il lavoro è al centro anche della lotta contro il virus. Sono i lavoratori tutti che lo sconfiggeranno». Ma non ci saranno piazze, non ci saranno cortei. «C’è un’emergenza sanitaria e bisogna seguire le indicazioni di sicurezza con responsabilità. Per fortuna abbiamo strumenti digitali, mezzi di comunicazione per parlare di lavoro anche in queste settimane particolari». Che cosa dice questo Primo Maggio agli italiani? «Il virus ha svelato le fragilità del nostro Paese. Aver indebolito il sistema pubblico, aver tagliato sulla sanità, aver incentivato la precarietà del lavoro. Tutto questo ha finito per amplificare gli effetti della pandemia. Ora dobbiamo pensare al futuro e capire come riformiamo e ricostruiamo il nostro sistema economico e sociale». Con le attività da casa, la distanza sociale, le riunioni via web, il lavoro perderà un po’ il suo carattere collettivo. Quali effetti avrà questo processo sui sindacati? «Io non credo che si perderà il carattere collettivo del lavoro. Siamo tutti portati alla socialità. Anche i sindacati dovranno prendere atto del cambiamento. A casa o in azienda il lavoro è sempre lavoro. Avrà bisogno di regole, si dovranno contrattare i tempi e le pause».
 
Leggi l'intervista completa sul sito InPiù
Altre sull'argomento
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.