Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Wong: a Hong Kong andremo avanti fino a libere elezioni

Paolo Salom, Corriere della Sera, 11 novembre

Redazione InPi¨ 15/11/2019

Joshua Wong Joshua Wong E’ credente, determinato fino all’ascetismo, convinto che la lotta, a Hong Kong, non potrà esaurirsi se non con la completa vittoria dei «ribelli» che da giugno sfidano, in un continuo e pericoloso gioco del gatto con il topo, la polizia anti sommossa e, soprattutto, la pazienza di Pechino. «Vogliamo libere elezioni e la democrazia, non ci fermeremo fino a che non ci saranno concesse», dice al Corriere della Sera Joshua Wong, intervistato al telefono da Paolo Salom in quanto figura più popolare della «rivoluzione» in corso da quasi sei mesi. «Ma — precisa — non sono io il leader di questo movimento». La vita, a Hong Kong, è diventata difficile. Come affronta la situazione un giovane di 23 anni come lei? «Chi può ancora permettersi un’esistenza normale a Hong Kong? La città, una metropoli aperta e globalizzata, è stata trasformata in uno stato di polizia dove i diritti naturali sono negati. A tutti: io soffro la situazione come tutti gli altri. Consideriamo che più di 3.500 persone sono state arrestate in queste settimane, 500 hanno ricevuto una condanna al carcere». Lei è stato aggredito più volte. Che precauzioni prende per la sua sicurezza? «A Hong Kong nessuno si sente più sicuro. Soltanto libere elezioni, come chiediamo, potranno mettere fine a questa situazione». Le proteste tuttavia vanno avanti da giugno scorso. Quanto ancora pensate di poter andare avanti? «La gente di Hong Kong non si fermerà fino a che non otterrà quello per cui si sta battendo con coraggio: una vera democrazia e la fine delle minacce da parte di Pechino. La nostra determinazione potrà farsi soltanto più solida ogni giorno che passa».
 
Leggi l'intervista completa sul sito InPiù
Altre sull'argomento
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.