Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Broyer: la Germania deve cambiare modello economico

Federico Fubini, Corriere della Sera, 13 settembre

Redazione InPi¨ 13/09/2019

Sylvain Broyer Sylvain Broyer «La Bce ha dato tutto per prevenire una delusione sui mercati. E probabilmente non abbiamo ancora visto la fine della riduzione dei tassi, dato che le previsioni della stessa banca centrale sono state tagliate». Lo pensa Sylvain Broyer, capoeconomista di S&P Global Ratings per l’Europa, intervistato da Federico Fubini sul Corriere della Sera all’indomani del nuovo pacchetto di stimoli annunciato da Mario Draghi. La crescita in Italia è quasi zero, ma nell’ultimo anno ha rallentato meno che in Germania. Come se lo spiega? «Nel quadro metterei anche Francia e Spagna, che vanno meglio. La Spagna sta ancora recuperando terreno dalla crisi e la Francia sta beneficiando delle riforme strutturali introdotte per le aziende e degli stimoli fiscali. I due ritardatari nell’area euro sono Germania e Italia, più colpite per la loro dipendenza dal settore auto e dalla relativa domanda cinese. Ma la Germania è certamente giunta alla fine del suo modello economico e non sta facendo molto per stimolare la domanda interna. La differenza con l’Italia però non è nella politica di bilancio. E’ nella maggiore dipendenza dalla Cina». Dunque la debolezza tedesca non è transitoria? «Le regole di bilancio che la Germania si è autoimposta stanno facendo molti danni perché pro-cicliche, cioè tali da accentuare la frenata. I tedeschi amano rispettare le regole, ma nell’economia ce n’è una immutabile: la regola aurea dell’accumulazione degli investimenti. Il loro stock deve aumentare al ritmo della crescita della popolazione combinata con quella delle tecnologie. La Germania da anni non la rispetta. Ha circa 250 miliardi di investimenti in meno del necessario».
 
Leggi l'intervista completa sul sito InPiù
Altre sull'argomento
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.