Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Prodi: l'onda sovranista si e' fermata

Marco Ascione, Corriere della Sera, 28 maggio

Redazione InPi¨ 31/05/2019

Romano Prodi Romano Prodi «Come diceva Totò,è sempre la somma che fa il totale». Si può anche partire dal principe De Curtis per capire i nuovi assetti dell’Europa. «E la somma - dice Romano Prodi, intervistato sul Corriere della Sera da Marco Ascione all’indomani delle elezioni europee - va distinta dagli addendi, alcuni sono positivi, altri negativi». Insomma: il giudizio del Professore è netto. «L’onda sovranista si è fermata». Non avranno sfondato. Eppure a Parigi vince Le Pen, a Londra Farage, a Budapest Orbán deborda e a Roma Salvini trionfa. «Ma il risultato qual è? Se guardiamo all’assetto complessivo, l’Ue è stabile. Certo, ci sono situazioni diverse tra Paese e Paese ma il sovranismo è stato arginato. Ed è accaduto nonostante i grandi errori commessi dalle istituzioni Ue». Adesso a Bruxelles che accade? Non sventolerà la bandiera sovranista però le alleanze cambieranno. «Esattamente come si prevedeva. Quindi popolari e socialisti si sommeranno con i liberali o con i verdi o con tutti e due. In questo senso c’è uno spostamento. E probabilmente se si realizza un’intesa con i liberali il Ppe dovrà rinunciare al suo spitzenkandidat Weber. D’altra parte il calo dei socialisti è stato inferiore alle aspettative. In Spagna, Portogallo e Italia sono andati bene. A Bruxelles quindi si accorderanno, l’asse tra popolari e populisti non è mai stato un’alternativa verosimile». Comunque vada, sarà una maggioranza che respingerà tutte le richieste di Salvini? «Salvini o cambia o spara a salve. Avere vinto in Italia, e ha vinto davvero, non significa che può alzare la voce e tantomeno chiedere un commissario di peso. Chi si isola, come ha fatto lui, non può che ridursi a chiedere l’elemosina».
 
Leggi l'intervista completa sul sito InPiù
Altre sull'argomento
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.