Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Messina: serve taglio del debito, crescita giusta e piu' istruzione

Andrea Greco, Repubblica, 14 maggio

Redazione InPi¨ 17/05/2019

Carlo Messina Carlo Messina Carlo Messina è forse l’unico banchiere italiano che può parlare da politico. Perché Intesa Sanpaolo, che guida dal 2013, custodisce mille miliardi di risparmi, regola pagamenti per 15 miliardi al giorno, vede il Paese nudo. Dalla famiglia che s’indebita per le ferie a chi tira la cinghia, dall’impresa che rinvia investimenti di crescita a quella che rischia il patrimonio in luoghi lontani. Andrea Greco l’ha intervistato per Repubblica. Ci dà la sua ricetta in tre semplici ingredienti per rimettere in sesto l’Italia? «Primo elemento, imprescindibile, è un percorso di riduzione del debito pubblico che cominci ora. Così si potrà utilizzare il secondo ingrediente, una maggiore crescita, anche in deficit: ma una crescita giusta e redistributiva, che riequilibri le distanze economiche e sociali tra i 15 milioni di poveri e il resto del Paese. Terzo fattore è il rilancio di educazione, formazione e spese per Ricerca & Sviluppo, ambiti che ci vedono ultimi in Europa e in cui l’Italia potrebbe reinvestire parte dei 75 miliardi che spende male pagando alti interessi sul debito. Lo spread attuale non riflette minimamente i multipli di solidità economica del Paese: se scendesse della metà sarebbe ancora alto, data la forza del sistema». Obiettivi non facili in un’Italia che non cresce, si ammazza per quadrare i conti ed è instabile politicamente. «Questo è il momento di fare le cose difficili. Qualunque risultato esca alle europee, avremo nei tre mesi successivi una finestra per imbastire questa strategia e non dobbiamo sprecarla. Sono appena tornato da incontri con gli investitori internazionali: malgrado le preoccupazioni su dazi Usa la liquidità è ancora abbondante e la disponibilità a investirla in Italia è intatta. Se faremo le cose giuste, già in estate si potrà innescare una spirale di fiducia. Altrimenti c’è il rischio che torni il timore dei mercati sul Btp».
 
Leggi l'intervista completa sul sito InPiù
Altre sull'argomento
L'equazione del debito
L'equazione del debito
Le proposte di Banca Intesa San Paolo per ridurre il fardello ...
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.