Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Fontana: un socio straniero nel Cda della Scala va valutato con attenzione

Alberto Mattioli, La Stampa, 20 marzo

Redazione InPi¨ 22/03/2019

Attilio Fontana Attilio Fontana Nel day-after del Gran rifiuto della Scala ai petrodollari, se c’è un vincitore è la Lega, passata alla modalità crociata contro gli arabi. Ne tira le somme il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, intervistato sulla Stampa da Alberto Mattioli. Fontana, contento? «Contento che questa vicenda si sia conclusa e che, spero, non se ne parli più. Ho sempre detto che avrebbe dovuto decidere il Cda. Beh, l’ha fatto». E la Scala ci ha rimesso 22 milioni. «Quindici». Quindici di contributo diretto e 7 per l’Accademia che avrebbe dovuto aprire un Conservatorio a Riad. «Questo non è per nulla escluso». Ma a questo punto pare improbabile che si vada a Riad. «Questo deve chiederlo ai sauditi. Un conto è la collaborazione culturale, un altro fare quel che vogliono loro». Diciamo allora che la Scala di milioni ce ne rimette sicuramente 15. «Non credo che si debbano accettare contributi a qualunque costo. Il problema non sono i soci privati». Tanto più che ci sono già. «Appunto. Il problema sarebbe l’ingresso nel Cda di un socio straniero, cosa che non è mai avvenuta nella storia della Scala e che credo necessiti di attenzione e cautela». Che sono mancate? «Non credo che si possa far entrare un socio straniero in maniera così surrettizia. I primi 3 milioni sauditi sono arrivati a Milano prima di qualunque delibera del Cda». Il problema è la nazionalità? «Il problema è che nel Cda della Scala un simbolo della nostra cultura, non ci sono mai stati stranieri, tranne gli ultimi due sovrintendenti. Poi io non escludo affatto che possano essere i sauditi. Dico soltanto: prima di un passo del genere, pensiamoci bene. Si può fare, magari. Ma non così, con un colpo di mano».
 
Leggi l'intervista completa sul sito InPiù
Altre sull'argomento
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.