Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Lombardi: Paura di far cadere il governo non snaturi il M5S

Luca De Carolis, il Fatto Quotidiano, 1 marzo

Redazione InPiù 01/03/2019

Lombardi: Paura di far cadere il governo non snaturi il M5S Lombardi: Paura di far cadere il governo non snaturi il M5S La paura di non far cadere il governo non deve snaturare il M5S e i suoi valori fondanti. Ne è convinta Roberta Lombardi, grillina della prima ora, capogruppo alla Camera, e ora consigliera regionale nel Lazio, che spiega la sua posizione in un’intervista a Luca De Carolis per il Fatto Quotidiano del 1 marzo. In questi anni come è cambiato il rapporto tra Movimento e Pd? Io parto dalla mia esperienza personale, quindi dallo streaming con Bersani, in cui lui non ci propose di fare un governo assieme, ma di adottare tecniche parlamentari per far nascere un suo esecutivo. Insomma, di far alzare un po’ di nostri senatori al momento del voto di fiducia. Un’offerta non proprio irresistibile, anche se oggi sarei più diplomatica. Ma quel no fu giusto? Certamente, e gli anni del renzismo lo hanno dimostrato. E invece in Regione Lazio? In Regione dopo il 4 marzo si era verificata una situazione inedita, con Zingaretti vincitore di un soffio e senza maggioranza in Consiglio. Così provai a fare un discorso al centrosinistra, partendo dal fatto che c’erano diversi punti in comune tra i nostri programmi. Per questo proponemmo al governatore di lavorare assieme su alcuni temi condivisi. E ci siamo riusciti, su ambiente, lavoro e trasparenza. Qualche esempio? È stato avviato un percorso per il piano regionale dei rifiuti, che nelle linee guida recepisce i principi cardine del M5S, dal riciclo al riuso, bandendo il ricorso agli inceneritori. E abbiamo ottenuto sei milioni in tre anni per i lavoratori di imprese in crisi, per permettere loro di creare cooperative e rilevare e rilanciare la loro azienda. Verrebbe da dire che ha ragione Massimo Cacciari, ossia che il M5S ha molti più punti in comune con il Pd che con la Lega. Tra i nostri abbiamo sicuramente più gente con una storia di sinistra che persone vicine alla Lega o al centrodestra. Ma ciò perché sono soprattutto i cittadini di sinistra a essersi sentiti traditi, e che hanno ritrovato certi valori nei nostri programmi, dalla lotta alla povertà alle battaglie per il diritto alla casa. Si arrenda: nei programmi avete tanti temi di sinistra. Non è una bilancia. Gianroberto Casaleggio diceva che non esistono idee di sinistra o di destra, ma che esistono buone o cattive idee. Sarà. Però ora il M5S di governo si sta schiacciando sulla Lega. Bisogna evitare che la paura di far cadere il governo mini l’identità del M5S. E la nostra identità è realizzare buone idee.
 
Leggi l'intervista completa sul sito InPiù
Altre sull'argomento
Tridico: Altro che flop, Reddito di cittadinanza è solo all'inizio
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.