Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Thompson (Global Med): Regioni ricorreranno contro dl anti trivelle

Paolo Mastrorilli, La Stampa, 14 febbraio

Redazione InPiù 15/02/2019

Thompson (Global Med): Regioni ricorreranno contro dl anti trivelle Thompson (Global Med): Regioni ricorreranno contro dl anti trivelle «E’ atteso che alcune Regioni facciano ricorso alla Corte costituzionale contro il decreto Semplificazioni diventato legge». Così Randall Thompson, proprietario della compagnia americana Global Med, anticipa in un'intervista a Paolo Mastrolilli per La Stampa del 14 febbraio, le prossime mosse delle aziende del settore energetico costrette ad interrompere le esplorazioni in Italia, a cui potrebbero seguire cause per danni. Quali sono le attività di Global Med in Italia? «Abbiamo 5 permessi per idrocarburi liquidi e gassosi, l’ultimo concesso il 7 dicembre 2018. Sono localizzati nella piattaforma continentale italiana, fuori dalla zona di esclusione di 12 miglia nautiche. I decreti stabiliscono che Global Med cominci le indagini sismiche entro un anno e, se saranno positive, le trivellazione entro cinque anni. Il decreto numero 135 del 14 dicembre, appena convertito in legge, sospende però queste esplorazioni per 18 mesi. Nel caso di Global Med, tali attività già approvate prevedono spese per oltre 100 milioni di euro». Quali sono le potenzialità del Fortuna Prospect a cui lavorate? «Ha la stessa natura geologica di riserve trovate al largo di Israele, Cipro ed Egitto. Il giacimento di Zohr, scoperto dall’Eni, ha almeno 850 trilioni di metri cubi di gas, sufficienti a garantire l’autosufficienza per l’Egitto e le esportazioni. Le dimensioni di Fortuna Prospect potrebbero essere uguali o anche più grandi di Zohr. Global Med ha già condotto ricerche tecniche significative, incluse quelle satellitari. Fortuna Prospect si trova tra la piattaforma continentale italiana e quella greca. Le trivellazioni dovrebbe iniziare a breve nella zona di Atene. Se Roma resterà inattiva, significative riserve di petrolio e gas potrebbero essere recuperate dalla Grecia e perse per sempre dall’Italia». Può quantificare il danno per il nostro Paese? «L’Italia importa energia per circa 43 miliardi di euro all’anno. Se il giacimento di Fortuna Prospect fosse davvero uguale o superiore a Zhor, potrebbe contribuire sostanzialmente alla vostra indipendenza energetica, e a rilanciare l’economia. Lo Stato poi riceverebbe sostanziali ricavi fiscali». 
 
Leggi l'intervista completa sul sito InPiù
Altre sull'argomento
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.