Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Ravasi: noi cattolici, minoranza in Occidente

Gian Guido Vecchi, Corriere della Sera, 29 novembre

Redazione InPi¨ 30/11/2018

Gianfranco Ravasi Gianfranco Ravasi «Ricorda quella frase del Diario di Søren Kierkegaard? “La nave è in mano al cuoco di bordo. E ciò che trasmette il megafono del comandante non è più la rotta ma ciò che mangeremo domani”». Così il cardinale Gianfranco Ravasi, «ministro» della Cultura vaticano, sintetizza a Gian Guido Vecchi, che lo ha intervistato per il Corriere della Sera, lo spirito dei tempi che viviamo. «In Occidente, anche in Italia – spiega -, noi cattolici e in generale noi credenti dobbiamo essere consapevoli che siamo una minoranza. Molti ecclesiastici lo rifiutano, quando lo dici ti fermano. Vivono come se ancora fossimo in quei paesi dove la domenica mattina suonavano le campane e la gente accorreva a messa». E invece, eminenza? «Prevale l’indifferenza, l’irrilevanza del fenomeno religioso. È il problema del secolarismo, o della secolarizzazione. Non è un rigetto del sacro o del trascendente, un rifiuto aggressivo: gli atei conclamati ormai sono ben pochi. Piuttosto è una forma di apatia religiosa. Che Dio esista o meno, è lo stesso. E questo comporta la caduta di un sistema etico: i valori sono autoprodotti. È l’effetto del secolarismo, che va distinto dalla secolarità». Che cos’è la secolarità? «È un valore squisitamente cristiano, a Cesare e a Dio. In altre culture abbiamo teocrazie e ierocrazie, ma non è la visione cristiana: noi non vogliamo fare di tutte le piazze piazza San Pietro. Secolarità è riconoscimento della distinzione tra fede e pólis, non della separatezza. La Chiesa ha diritto di intervenire sulle leggi non in modo diretto, ma se violassero la libertà e la dignità della persona, la solidarietà… La reazione secolarista nega anche questo».
 
Leggi l'intervista completa sul sito InPiù
Altre sull'argomento
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Kristeva: all'Europa in crisi servono politici padri
Kristeva: all'Europa in crisi servono politici padri
Stefano Montefiori, Corriere della Sera, 10 dicembre
Kristeva: all'Europa in crisi servono politici padri
Kristeva: all'Europa in crisi servono politici padri
Stefano Montefiori, Corriere della Sera, 10 dicembre
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.