Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Daoud: la miseria sessuale dietro le difficoltÓ del mondo arabo

Stefano Montefiori, Corriere della Sera, 15 novembre

Redazione InPi¨ 16/11/2018

Kamel Daoud Kamel Daoud «Nonostante la fatwa resto in Algeria, il mio Paese». Lo ribadisce Kamel Daoud, autore de «Il caso Meursault» (Bompiani), finalista al Goncourt, intervistato sul Corriere della Sera da Stefano Montefiori. Da pochi giorni in Francia è uscito il suo libro «Le peintre dévorant la femme»: lei ha passato una notte al museo Picasso, e racconta quell’esperienza riflettendo sul pittore e su un immaginario terrorista Abdellah, sconvolto dai nudi nei dipinti. «La mostra “Picasso 1932, année érotique”, mi ha fatto realizzare che la pittura dell’Occidente è una pittura del nudo. Ma Picasso non dipinge un nudo a distanza, ma come se stesse facendo l’amore, né prima né dopo ma durante. Non è una natura morta, è una natura viva». Perché usa la parola «divorare»? «Non c’è desiderio erotico senza desiderio di mangiare l’altro, il bacio ne è un esempio». E Abdellah è indignato. «Il terrorista nega il desiderio per rinviarlo al futuro, nel paradiso con le vergini. L’incontro amoroso è fonte di angoscia: di perdere l’amato, di essere divorati dalla passione, l’angoscia di non essere desiderati. I tre monoteismi, e ancora di più oggi l’islamismo, hanno un rapporto conflittuale col corpo». Questo ci porta al ruolo del sesso nel mondo arabo-musulmano oggi. È centrale nello spiegare le difficoltà? «Certamente. Quando l’ho scritto a proposito dei fatti di Colonia, indicando nella miseria sessuale una delle ragioni della crisi nel Maghreb e del disadattamento degli immigrati in Occidente, sono stato attaccato. Lo capisco perché ho messo il dito sul problema fondamentale. Basta guardare ai soprusi fatti alle donne nelle nostre società per realizzare che è il problema fondamentale».
 
Leggi l'intervista completa sul sito InPiù
Altre sull'argomento
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Kristeva: all'Europa in crisi servono politici padri
Kristeva: all'Europa in crisi servono politici padri
Stefano Montefiori, Corriere della Sera, 10 dicembre
Kristeva: all'Europa in crisi servono politici padri
Kristeva: all'Europa in crisi servono politici padri
Stefano Montefiori, Corriere della Sera, 10 dicembre
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.