Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

BernabŔ: questo turismo Ŕ insostenibile

Paolo Conti, Corriere della Sera, 2 ottobre

Redazione InPi¨ 05/10/2018

Franco BernabŔ Franco BernabŔ Franco Bernabè, banchiere, è il presidente della Commissione italiana per l’Unesco e anche della Quadriennale d’arte di Roma. In passato ha guidato la Biennale di Venezia e il Mart di Trento e Rovereto. Paolo Conti del Corriere della Sera l’ha intervistato per capire cosa si pensi dell’Italia, e del suo retaggio storico-artistico, nel mondo. Come viene percepita l’offerta culturale italiana? «Nonostante il pessimismo che si respira troppo spesso in Italia, viene percepita molto bene, come dimostra il volume e il tipo di turismo che raggiunge il nostro Paese soprattutto nelle città d’arte, che si trovano a un preoccupante livello di saturazione». La Cina è ormai il secondo Paese, dopo l’Italia, con il maggior numero di siti considerati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. È diventato il nostro competitor? «È irrealistico vedere nella Cina un nostro avversario. E' un Paese immenso che sta investendo cifre enormi nell’incremento del suo patrimonio artistico, con l’apertura di innumerevoli musei. La sua offerta culturale sarà sempre più ricca e vasta, con dimensioni impensabili per l’Italia. Ma noi abbiamo il nostro grande ruolo e dobbiamo difenderlo con vigore. Anche dalla saturazione». Il triangolo del turismo di massa Roma-Firenze-Venezia è sempre più soffocato. «Un fenomeno che si sta allargando anche alle città minori. La pressione turistica di massa sta diventando intollerabile, soprattutto in alcuni luoghi iconici. Un esempio per tutti: il degrado davanti alla Fontana di Trevi è il simbolo dei problemi che dovremo affrontare se vorremo davvero fronteggiare la crescita del turismo internazionale. I grandi numeri rischiano di procurare più danni che benefici».
 
Leggi l'intervista completa sul sito InPiù
Altre sull'argomento
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.