Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Giorello: tutti i visionari fanno come Marchionne

Luigi Mascheroni, Il Giornale, 27 luglio

Redazione InPi¨ 27/07/2018

Giulio Giorello Giulio Giorello La morte di Sergio Marchionne, indirettamente, ha scosso la sensibilità di ognuno di noi su questioni scivolose, come la fragilità dell’esistenza, la fatuità di fronte al destino dei ruoli pubblici e del denaro, il lavoro come motivo di vita e ragione della morte. Domande a cui può aiutare a rispondere un filosofo, ma pragmatico, come Giulio Giorello, intervistato sul Giornale da Luigi Mascheroni. Marchionne era un uomo potente, in salute, influente. Poi all’improvviso... «Era un persona che univa una volontà tenace a una grande capacità di lavoro, purtroppo con una condizione evidentemente più debole di quanto immaginasse. Ha pagato la tensione tra la fragilità del fisico dell’uomo e l’energia della visione dell’imprenditore». Si è caricato di una missione più grande di quanto potesse sopportare? «Si è caricato della responsabilità di inserire la Fiat dentro la dimensione di un capitalismo globale che, se sviluppato bene, porta utili per sé e benessere per tutti. Un compito pesante, lo si deve riconoscere». Un uomo che lavora 18 ore al giorno, vive 40 ore alla settimana in aereo, non si concede neppure un weekend, è un fanatico o un martire? «Non so se sia un martire. Di certo non è un fanatico. Marchionne - e molti come lui - era dotato di una grande passione per i propri progetti, e dava tutto ciò che aveva per trasformarli da idee a fatti concreti». È possibile che un uomo, quale che sia la sua carica e la sua posizione, abbia come unico orizzonte il lavoro? «Può sembrare strano, ma la risposta è sì. È tipico delle figure di questo tipo: innovatori, scienziati, visionari, grandi imprenditori».
 
Leggi l'intervista completa sul sito Inpiù
Altre sull'argomento
Giorello: tutti i visionari fanno come Marchionne
Giorello: tutti i visionari fanno come Marchionne
Luigi Mascheroni, Il Giornale, 27 luglio
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.