Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Jamie Dimon (JPMorgan), restiamo al fianco dell'Italia

Isabella Bufacchi, Sole 24 Ore 10 luglio

Redazione InPi¨ 13/07/2018

Jamie Dimon (JPMorgan), restiamo al fianco dell'Italia Jamie Dimon (JPMorgan), restiamo al fianco dell'Italia JPMorgan è in Italia da più di 100 anni e «intende rimanerci per i prossimi 100». Jamie Dimon, ceo e chairman di J.P.Morgan Chase & Co., è stato in visita a Roma nei giorni scorsi, a conferma dell’«impegno totale» della banca verso l’Italia. «La nostra attività qui sta crescendo», afferma con vigore in un’intervista con Isabella Bufacchi sul Sole 24 Ore. Non vede vie d’uscita dall’euro senza «catastrofi» ma vede piuttosto i benefici della Ue e dell’euro per gli europei. Mancano a suo giudizio però le grandi banche europee, che aiuterebbero economia e crescita. La fine del Qe non lo preoccupa, perché il cambio di passo delle banche centrali è «per un buon motivo», c’è crescita, mentre è la politica di Trump sui dazi che potrebbe avere ripercussioni negative sulla fiducia e quindi sulla crescita. L’Italia ha un nuovo governo, un inedito esecutivo Lega-M5S, ed è sotto osservazione nel mondo. E JPMorgan, come guarda all’Italia adesso? JPMorgan è in Italia da più di 100 anni e intende rimanerci per i 100 anni a venire. La nostra attività qui sta crescendo. A Milano ci sposteremo in nuovi uffici più grandi entro la fine del 2019 per servire ancora meglio i nostri clienti. Questo significa che l’Italia resta un mercato attraente… Tutti i Paesi, tutte le democrazie attraversano fasi alterne. I governi vogliono sempre promuovere maggiore crescita e maggiore occupazione. Aspirano giustamente a realizzare interventi e politiche per favorire la crescita; tuttavia qualche volta le scelte politche determinano conseguenze non previste, non del tutto anticipate. Siamo al corrente dell’attuale situazione politica e siamo convinti che sia facoltà solo e soltanto del popolo italiano di decidere del proprio futuro. JPMorgan continua a fare del suo meglio per servire i propri clienti. Rimaniamo completamente impegnati nei confronti dell’Italia, dei suoi governi, delle aziende, delle isituzioni finanziarie e le comunità locali. Il nostro impegno nei confronti dell’Italia è totale e continuerà a rimanere tale. Cosa pensa della recente volatilità del rischio Italia e l’impennata dello spread BTp/Bund? Il nostro lavoro è quello di servire le aziende italiane che fanno business nel mondo e, allo stesso modo, le aziende internazionali che vogliono venire a fare business qui in Italia. Siamo assolutamente impegnati su questo fronte e non reagiamo alle notizie che leggiamo sui giornali. Non agiamo o reagiamo a quello che succede nel breve termine perché questo non è il modo migliore per costruire le nostre relazioni che vogliamo durino nel medio e lungo termine.
 
Leggi l'intervista completa sul sito InPiù
Altre sull'argomento
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Jamie Dimon (JPMorgan), restiamo al fianco dell'Italia
Jamie Dimon (JPMorgan), restiamo al fianco dell'Italia
Isabella Bufacchi, Sole 24 Ore 10 luglio
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.