Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Demirtas: «L'Europa tace sul massacro dei curdi»

Marta Ottaviani, La Stampa, 5 aprile

Redazione InPiù 06/04/2018

Demirtas: «L'Europa tace sul massacro dei curdi» Demirtas: «L'Europa tace sul massacro dei curdi» «La Turchia ha sostenuto i movimenti jihadisti durante la crisi siriana e adesso sta combattendo i curdi con l’appoggio di Russia e Iran e nel silenzio dell’Occidente». Lo afferma dal carcere dov'è detenuto in Turchia il leader curdo Selahattin Demirtas, intervistato da Marta Ottaviani della Stampa. La Turchia è impegnata con la Russia e l’Iran nella ridefinizione della Siria del futuro. Quale pensa sia stata l’attitudine di Ankara? «La Turchia ha commesso un grosso errore nell’appoggiare i movimenti jihadisti durante la guerra civile. Ha fomentato il conflitto, il numero dei morti e reso la soluzione ancora più difficile. Ma a questa tragedia hanno contribuito anche l’Unione Europea, gli Stati Uniti, la Russia e l’Iran. Una soluzione permanente al dramma dei rifugiati in Europa potrebbe favorire anche la fine della guerra. Invece Bruxelles ha ignorato i curdi e non è stata in grado né di portare la pace in Siria né di trovare una soluzione alla crisi migratoria provocata dal conflitto». Ankara da alcune settimane è impegnata militarmente nel Nord della Siria. Un’operazione ufficialmente contro il terrorismo jihadista e di matrice curda, ma secondo molti apertamente contro la minoranza. Le purghe dopo il golpe fallito nel 2016 hanno colpito anche i curdi in Turchia, che pure non ne erano gli esecutori. Come vivono ora? «La pressione di Erdogan sta colpendo sia i curdi sia chiunque si opponga al governo del suo partito Akp. La gente viene arrestata, perde il posto di lavoro, finisce sotto processo. I curdi sono trattati come potenziali terroristi. Più di 15 mila attivisti curdi in questo momento si trovano in carcere».
 
Leggi l'intervista completa sul sito Inpiù
Altre sull'argomento
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.