Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Rivera: Fermare i secessionisti non sarà facile

Andrea Nicastro, Corriere della Sera, 22 dicembre

Redazione InPiù 22/12/2017

Albert Rivera Albert Rivera A sette anni dal debutto nel Parlament di Barcellona, quanto riuscì ad eleggere solo tre deputati, Ciudadanos ha conquistato 36 seggi ed è diventato primo partito di Catalogna. Andrea Nicastro, del Corriere della Sera, ha intervistato il fondatore e leader del partito anti-casta di centrodestra, Albert Rivera. In campagna siete stati molto duri, avete attaccato persino l’immersione linguistica (solo catalana) a scuola, la perla più preziosa del catalanismo. «Davvero duro è stato sopportare un separatismo illegale, che pretendeva di strappare la Catalogna dalla Spagna, privando di libertà e diritti chi non la pensava come loro. Non siamo stati duri noi, ma molle il Pp che per 35 anni ha costruito il proprio potere a Madrid scendendo a patti con i nazionalisti e concedendo loro quel che volevano. Quando si passano tre decenni a cedere spazio a chi cerca di occuparlo tutto, finisci per trovarti fuori. Ed è quello che è successo. In Catalogna non c’è più Spagna». Però con l’articolo 155 il premier Rajoy ha fermato la secessione. «È stata l’Europa a prendere sul serio il pericolo: Jean Claude Juncker ha definito “veleno dell’Ue” il nazionalismo ed Emmanuel Macron “un buco nero nel quale può cadere l’Europa”». Cambiare rotta non sarà facile. «La differenza tra noi e i nazionalisti è che noi vogliamo un modello nel quale tutti abbiano il loro posto. I nazionalisti ne hanno costruito uno che esclude».
 
Leggi l'intervista completa sul sito Inpiù
Altre sull'argomento
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.