Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Francesco Caio, auto come gli smartphone

Laura Serafini, Sole 24 Ore, 9 novembre

Redazione InPiù 10/11/2017

Francesco Caio, auto come gli smartphone Francesco Caio, auto come gli smartphone «Un’Italia che ha tanti leader tecnologici di nicchia può aspirare ad avere leader tecnologici di sistema. Bisogna rischiare e vincere su dimensioni globali». Ne è convinto Francesco Caio, già ad di Poste e oggi consigliere del presidente del Consiglio per le politiche industriali, secondo il quale la digitalizzazione spingerà il consolidamento in molti settori. «Mi aspetto - sottolinea Caio intervistato da Laura Serafini sul Sole 24 Ore - nell’automotive una rivoluzione come quella avvenuta con gli smartphone: chi sviluppa e controlla i sistemi operativi vincerà la partita del futuro». In Italia il tessuto imprenditoriale è pronto? Sono ancora in molti coloro che ritengono erroneamente la digitalizzazione una sorta di gadget da aggiungere alle attività di un’azienda. In realtà il digitale è diventato elemento centrale di ogni business e uno dei tanti effetti di questa rivoluzione è quello di separare i servizi dai prodotti e dalle strutture fisiche necessarie a erogarli. Si pensi a cosa è successo nella musica: in molti casi la parte dei servizi viene esposta a dinamiche internazionali di globalizzazione, mentre gli asset fisici rimangono legati a economie di scala locali. In molti business, anche nel settore manifatturiero, il futuro sarà sempre più sganciato dalle dimensioni di scala limitate. È interessante quello che sta accadendo nel mondo dell’automotive. Nel mio recente viaggio nella Silicon Valley ho visto cose molto interessanti da questo punto di vista. A cosa si riferisce? Penso a quanto è accaduto con gli smartphone: oggi chi controlla il mercato dei device - anche in termini di capitalizzazione - sono coloro che sono stati in grado di fare i sistemi operativi: Apple, che ha un hardware esclusivo per i propri smartphone (Ios), e Android, sviluppato da Google, che usano gli altri operatori. Penso che in futuro assisteremo a qualcosa di simile per le auto: vedremo un mondo di veicoli divisi fra l’Ios e l’Android dell’automotive. 
 
Leggi l'intervista completa sul sito InPiù
Altre sull'argomento
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Francesco Caio, auto come gli smartphone
Francesco Caio, auto come gli smartphone
Laura Serafini, Sole 24 Ore, 9 novembre
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.