Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Bruckner: «Gli immigrati devono meritarsi la nazionalità»

Marina Valensise, Il Messaggero, 19 luglio

Redazione InPiù 21/07/2017

Pascal Bruckner Pascal Bruckner «Il principio dell’automatismo è controverso nell’acquisizione della cittadinanza. La cittadinanza deve meritarsi. Non basta nascere in Francia o in Italia per diventare francesi. Bisogna aver voglia di esserlo, manifestare il desiderio di far parte della nazione». Lo afferma lo scrittore e polemista francese Pascal Bruckner, autore del recente libro "Un racisme imaginaire", intervistato da Marina Valensise per Il Messaggero. Lei parla dell'accusa di islamofobia, che spesso viene lanciata da sinistra, come di un tabù del politicamente corretto che non consente di affrontare con realismo le questioni legate all’immigrazione. «La nazionalità, insisto, non è solo un’eredità. Il semplice fatto di essere nato in un dato paese non basta: ci vuole l’educazione, la lingua, l’adesione alle leggi del paese, l’approvazione del progetto europeo. L’automatismo rischia di diventare un’esca per le decine di migliaia di migranti economici che sognano di sbarcare in Europa per sfuggire all’insoddisfazione e alla miseria. Ma il fatto è che non possiamo accogliere cento milioni di africani». Ma concedere la cittadinanza al figlio di stranieri che nasca sul territorio nazionale, secondo lei, permette o no una migliore integrazione? «Lo ius soli permette l’inclusione, ma andrebbe completato con la formazione, la scuola, e persino con un rituale repubblicano». Alcuni figli di immigrati pretendono di ottenere la nazionalità per principio, senza sottoporsi a testi e procedure? Che ne pensa? «Sono i perfetti rappresentanti degli individualisti della società moderna, per i quali i diritti precedono i doveri, mentre oggi urge riequilibrare i diritti con un certo numero di doveri da assolvere per la società».
 
Leggi l'intervista completa sul sito Inpiù
Altre sull'argomento
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Bruckner: «Gli immigrati devono meritarsi la nazionalità»
Bruckner: «Gli immigrati devono meritarsi la nazionalità»
Marina Valensise, Il Messaggero, 19 luglio
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.