Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Le radici nostalgiche dei fratellini

Lo scandalo sugli atteggiamenti fascisti del movimento giovanile di Fdi

L'Irriverente 19/06/2024

Le radici nostalgiche dei fratellini Le radici nostalgiche dei fratellini Si è appena dimesso Paolo Signorelli, l’ex portavoce del ministro-cognato Lollobrigida accusato di antisemitismo e contiguità al neofascismo, che una nuova grana “nostalgica” plana su FdI e sulla premier Meloni reduce dai fasti del G7 la cui eco è arrivata ieri fino a Bruxelles. Un’inchiesta videogiornalistica “coperta” di una giornalista di Fanpage infiltrata in Gioventù Nazionale, il movimento giovanile di Fdi, rivela la doppiezza dei fratellini d’Italia. In pubblico stanno bene attenti a non prestare il fianco alle accuse di neofascismo; in privato si “rilassano” nelle loro sedi e attorno ai falò campestri dei loro corsi di formazione: saluti romani o gladiatori, cori di “Duce, Duce”, persino il saluto nazista alla vittoria “Sieg Heil”.
 
Imbarazzati, gli esponenti di destra (nei video compaiono anche tre parlamentari in atteggiamenti discutibili) accusano l’inchiesta giornalistica e minacciano querele. La sinistra si strappa le vesti e interroga il governo (oggi risponde il ministro Ciriani) accusando i fratellini d’Italia di ricostituzione del partito fascista e chiedendo alla Meloni, in quanto leader di FdI, di amputare quelle giovani braccia nostalgiche. Noi, nel nostro piccolo, ci stupiamo dello stupore. A noi e’ sempre stato chiaro dove affondano le radici di FdI: nella fiamma che arde sulla tomba di Mussolini e nell’ eredità di Almirante, mai rinnegata. Come quelle dell’ulivo secolare simbolo del G7, sono radici profonde, che purtroppo irrorano di linfa anche i nuovi germogli e che nessuno sembra avere la volontà, il coraggio o la forza di sradicare. Anche perche’ agli elettori non sembra importare granché.
 
Altre sull'argomento
Il giorno della verità per Ursula
Il giorno della verità per Ursula
Giovedì la votazione su Ursula Von der Leyen e i dubbi di Giorgia Meloni
Agenda della settimana
Agenda della settimana
Il presidente Mattarella in Brasile in visita di Stato (dal 14 al 20 luglio)
Le lacrime di Giorgetti e la cambiale di Giorgia
Le lacrime di Giorgetti e la cambiale di Giorgia
Sulla complicata manovra 2025 arriva l'aumento delle spese militari ...
Altro parere
Altro parere
La sindrome Meloni della sinistra
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.