Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Tavolini all'aperto senza coerenza

Il governo vorrebbe mantenerli imponendosi ai Comuni (e ai cittadini)

Innocenzo Cipolletta 21/05/2024

Tavolini all'aperto senza coerenza Tavolini all'aperto senza coerenza Il Governo sta pensando di fare una legge per garantire ai bar e ristoranti la possibilità di mettere e mantenere tavoli e sedie per il servizio all’esterno, come era stato consentito durante la pandemia e come è richiesto dai gestori dei locali che potrebbero così aumentare stabilmente gli spazi a loro disposizione. Finora queste decisioni erano di pertinenza locale, come è ovvio che sia, sicché una simile legge sarebbe un’operazione di accentramento decisionale a livello nazionale.
 
Lo stesso Governo, però, propugna una legge sull’autonomia differenziata per le regioni a statuto ordinario, perché ritiene (almeno si suppone) che si debba avvicinare ai cittadini la possibilità di scelta a livello locale: ma i cittadini hanno espresso a più riprese la loro opposizione all’occupazione di suolo pubblico che rende la circolazione dei pedoni e degli automobilisti sempre più difficile. La coerenza di tali intendimenti non sembra essere al massimo.
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.