Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

L' ècole barisienne spacca le alleanze

… ma non è una novità di queste settimane

L'Irriverente 15/04/2024

L' ècole barisienne spacca le alleanze  L' ècole barisienne spacca le alleanze Domanda: riusciranno mai i nostri eroi del centro sinistra a presentarsi come credibile coalizione di governo? Allo stato attuale appare una prospettiva davvero problematica. L’ “ècole barisienne“ offre ancora una volta la prova di una fragilità di fondo nel modo di relazionarsi fra le principali componenti della coalizione progressista. L’incondizionato attaccamento al potere ha prodotto non poche distorsioni, come l’accettazione di ambigui personaggi provenienti dalla destra per allargare la base di consenso e una certa carenza di rigore nella selezione della classe dirigente locale. La giustizia farà il suo corso e non è corretto arrivare a conclusioni definitive. E a onor del vero la reputazione del sindaco De Caro è stata in questi anni molto elevata sia come amministratore che come presidente dell’Anci. Per il centro-sinistra ogni infortunio è utilizzato per spaccare, per distinguersi, per farsi concorrenza. I tanti infortuni del centro destra (Santanché, Salvini, Pozzolo, Delmastro, Russo etc.) sono, al contrario, occasioni per compattare l’alleanza.
 
Bisogna riconosce una maggiore maturità politica del centrodestra che negli ultimi vent’anni ha stabilizzato l’accordo a tre, un patto di ferro a prova degli inevitabili alti e bassi elettorali delle tre componenti. Prima comandavano Forza Italia e Berlusconi, e gli altri “abbozzavano”, poi è stato il turno della Lega ed è stato Berlusconi a subirne l’egemonia, ora comanda la Meloni e gli altri due soci non tirano la corda fino a spezzarla. Sulla carta, anche il centro sinistra potrebbe contare su una coalizione a tre punte (Azione/IV – Pd/AVS - 5 stelle) certamente in grado di contendere il governo alla destra. Ma non ci riescono per una sorta di “maledizione antropologica”. Nel dna dei movimenti progressisti è forte la voglia di rottura. Ricordate il vecchio adagio: un socialista fonda un partito, due fanno una scissione.
 
Altre sull'argomento
Niente confronto Meloni-Schlein
Niente confronto Meloni-Schlein
La Rai ha dovuto fare marcia indietro per la par condicio
Altro parere
Altro parere
L'Authority svuota urne
Politica e violenza, il senso della misura
Politica e violenza, il senso della misura
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Il confronto Meloni-Schlein non sta in piedi
Il confronto Meloni-Schlein non sta in piedi
Non è giustificato per le europee, dove non ci sono coalizioni e ...
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.