Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Porta male ai politici rinfacciarsi gli scandali

Le mele marce sono trasversali e ciascuno ha le sue rogne

L'Irriverente 10/04/2024

Porta male ai politici rinfacciarsi gli scandali Porta male ai politici rinfacciarsi gli scandali Se ci ascoltassero, suggeriremmo ai leader di partito di non utilizzare la questione morale e i guai giudiziari dei loro militanti come clave per rinfacciarsi ipocrisia e mancanza di moralità. Porta male. Fratelli d’Italia, che a Bari era andata all’attacco contro la sinistra chiedendo al ministro Piantedosi di mandare gli ispettori al Comune per lo scandalo della locale azienda dei trasporti, si ritrova oggi con il suo ex consigliere comunale di Palermo Mimmo Russo arrestato per voto di scambio politico-mafioso. Così ora piddini e grillini ingiungono alla Meloni di non continuare a citare Borsellino come suo ispiratore politico e di affrettarsi a far dimettere la ministra indagata Daniela Santanchè.
 
E il leader M5S Conte che ha imposto lo stop delle primarie del campo largo a Bari, dove il Pd è alle prese con lo scandalo dei voti comprati, si vede rinfacciare la condanna dei giorni scorsi per corruzione a Roma di due suoi ex esponenti, come l’ex presidente del Consiglio comunale De Vito e l’ex ad di Acea Lanzalone. Insomma, il più pulito ha la rogna e mai come in questo caso vale il detto “chi la fa, l’aspetti”. I comportamenti opachi, i rapporti con le mafie, la corruzione e la compravendita di voti sono purtroppo mali trasversalissimi, colpiscono a destra come a sinistra. Per questo i leader dovrebbero evitare di farne argomenti di polemica, accuse reciproche e propaganda. Dovrebbero limitarsi ad espellere subito le rispettive mele marce e a rafforzare gli strumenti interni di controllo. Sperando che nei loro canestri ci sia anche qualche mela sana.
 
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.