Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Meloni tra Dani e Ursula

Le difficoltÓ della premier in vista delle europee

L'Irriverente 04/04/2024

Meloni tra Dani e Ursula Meloni tra Dani e Ursula Si dice che una delle qualità di un capo è la scelta degli uomini. Ma pare più difficile la scelta delle donne. Ne sa qualcosa la premier Meloni alle prese con le difficolta’ di Daniela (detta Dani) Santanchè e di Ursula Von der Leyen. La Santanchè è inseguita dai giudici per le vicende opache delle sue società (truffa all’INPS, bancarotta…), in parte gia’ note quando Meloni la promosse ministro. Per assicurarle il sostegno di una maggioranza in parte riottosa, ha dovuto precettare i deputati per respingere la mozione di sfiducia presentata dall’opposizione e il presidente del Senato La Russa (amico e protettore di Dani) si e’ platealmente esposto alle macchine fotografiche partecipando alla cena di Pasquetta al Twiga di Forte dei Marmi di cui Santanchè è socia per interposto compagno Dimitri.
 
Su Von der Leyen pende il caso fastidioso dei rapporti riservati con l’ad di Pfizer Bourla per l’acquisto dei vaccini Covid a prezzi maggiorati del 25%, caso sollevato dal New York Times. Meloni ha stretto con Ursula un rapporto di ferro e si prepara a votarla come presidente riconfermata della Commissione Ue dopo le europee. Ma ora le difficolta’ di Ursula la espongono alle polemiche di Salvini e Le Pen e anche di alcuni suoi alleati come gli spagnoli di Vox, che di Ursula non ne vogliono proprio sapere. Per uscire dalle due morse Meloni potrebbe costringere Santanchè a dimettersi in caso di rinvio a giudizio, visto che ci sarebbe la decisione di un giudice terzo come il GIP a suffragare le accuse. Per la Commissione, potrebbe mettere in pista un proprio candidato, come il ministro Fitto, oppure addirittura Tajani. A meno che non si risolva a puntare su Draghi, sostenuto da Macron. Così prenderebbe due piccioni con una fava: assicurerebbe a un italiano la massima carica esecutiva della Ue e si riavvicinerebbe al presidente francese. Ma dovrebbe abbandonare l’amichettismo che rimprovera alla sinistra.
Altre sull'argomento
Niente confronto Meloni-Schlein
Niente confronto Meloni-Schlein
La Rai ha dovuto fare marcia indietro per la par condicio
Altro parere
Altro parere
L'Authority svuota urne
Politica e violenza, il senso della misura
Politica e violenza, il senso della misura
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Il rumore dell'odio
Il rumore dell'odio
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.