Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

La preferenza di Salvini per la velocitÓ

I limiti a 30 Km riducono drasticamente gli incidenti e la loro gravitÓ

Andrea Boitani 06/02/2024

La preferenza di Salvini per la velocitÓ  La preferenza di Salvini per la velocitÓ Il traffico veicolare nelle città italiane è tornato al livello pre-pandemia e la tendenza alla riduzione degli incidenti si è arrestata e potrebbe anche essersi invertita. Secondo gli studi più accreditati, le zone urbane con velocità stradale limitata a 30 km si sono dimostrate in molte città del mondo (Italia compresa e da almeno vent’anni) un valido strumento non solo per limitare l’incidentalità (appropriatamente misurata) ma anche e soprattutto per ridurne la gravità. Per un pedone, l’urto con un’auto che viaggia a 50 km ha una probabilità dell’80% di risultare mortale, mentre se l’auto viaggia a 30 km la probabilità che l’urto si risolva in una fatalità scende al 20%. Gli esperti di traffico confermano questi numeri con riferimento alle aree urbane dove le “zone 30” sono state sperimentate.
 
Alla luce dell’evidenza scientifica, appare incomprensibile l’ostilità espressa sanguignamente dal Ministro Salvini nei confronti della scelta del Comune di Bologna che ha trasformato il capoluogo emiliano in una “città 30” (in realtà, per il 70% delle strade) con esclusione di chiaramente individuate arterie di scorrimento (il 30% del totale), dove il limite rimane a 50 km. Il ministro dovrebbe avere a cuore la sicurezza di tutti gli utilizzatori delle strade urbane (ciclisti e pedoni inclusi) e non solo il (molto dubbio) diritto degli automobilisti e motociclisti di sgasare (e inquinare) non appena abbiano davanti a sé 50 o 100 metri di vicolo sgombro, cosa invero piuttosto rara nelle nostre città millenarie e congestionate. Il Ministro delle infrastrutture, dei trasporti (e della sovranità automobilistica?) è arrivato a emanare una Direttiva sulla disciplina dei limiti di velocità nell’ambito urbano per impedire ai comuni di adottare limiti a 30 km su vasta scala. Un paradosso per il leader di un partito nato per difendere gelosamente l’autonomia delle amministrazioni locali.
 
Altre sull'argomento
Il senso di un voto
Il senso di un voto
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Se il governo fa spallucce a Mattarella  Salvini e Tajani sull'intervento del Capo dello Stato sui manganelli
Se il governo fa spallucce a Mattarella Salvini e Tajani ...
Salvini e Tajani sull'intervento del Capo dello Stato sui manganelli
Salvini e la sconfitta sul terzo mandato
Salvini e la sconfitta sul terzo mandato
Si prepara a chiedere altre ôcompensazioniö
Sorprese (possibili) da Kiev
Sorprese (possibili) da Kiev
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.