Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Passata l'alluvione, "gabbato il santo"

Perché non riusciamo a mettere il territorio e l'ambiente al centro dell'agenda

Giancarlo Santalmassi 23/05/2023

Giorgia Meloni sui luoghi dell'alluvione in Romagna Giorgia Meloni sui luoghi dell'alluvione in Romagna L'alluvione in Emilia e Romagna è cominciata esattamente una settimana fa, il 16 maggio. E a me è venuto in mente un proverbio. Si sa, i proverbi sono un condensato di saggezza popolare. Ne voglio ricordare uno in particolare che recita così: "Passata la festa, gabbato il santo", che tradotto significa "Una volta ottenuto da qualcuno ciò che si desidera, ci si dimentica delle promesse fatte per ottenere ciò che si è ricevuto". Non voglio essere cinico; ma penso che sarà così esattamente anche per l'alluvione dell'Emilia e Romagna. Quando sarà passata la tragedia (siamo a 14 morti, quindi la parola "festa" è usata nel senso molto negativo: fare la festa a qualcuno vuol dire eliminarlo, ucciderlo) e passata nel dimenticatoio questa cosiddetta "festa", la tragedia di superstiti, attività e posti di lavoro persi o ammalorati saranno dimenticati. I segnali ci sono già.
 
Condensati in una riga e mezza che recita così: "Programma straordinario di resilienza delle aree a rischio dissesto idrogeologico con interventi mirati". Quale programma straordinario? Non è specificato. Quali interventi mirati? Non vengono detti. Rimane tutto appeso alla fantasia dell'elettore che legge. Quella riga e mezzo è lo spazio dedicato all'Italia che frana, che esonda, che travolge, che crolla e che uccide, nelle 17 pagine dell'accordo di governo della coalizione di centrodestra siglato durante la campagna elettorale. Si trova al capitolo dodici, diluita tra altri punti sotto al titolo: "L'ambiente, una priorità". I primi sette mesi a Palazzo Chigi di Giorgia Meloni, però, dimostrano come le priorità in realtà siano altre. E neanche l'alluvione di Ischia del 26 novembre scorso (12 morti) ha portato il tema della fragilità del territorio lì dove dovrebbe stare, e dove i governi, non solo l'attuale, si rifiutano di mettere: al centro dell'agenda. Allora anche stavolta il santo è stato "gabbato"? Ai posteri la semplice sentenza.
Altre sull'argomento
Alluvione, le priorità per le imprese tra risorse e burocrazia
Alluvione, le priorità per le imprese tra risorse e burocrazia
Al di là della sospensione di tasse, contributi e mutui
Altro parere
Altro parere
Schleinomics? Un tuffo nel passato
Contundente
Contundente
Commissario
All'Antimafia una Giorgia minore
All'Antimafia una Giorgia minore
Dopo le polemiche, tocca alla neopresidente dimostrare di voler ...
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.