Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

La destra e i conti con la realtà

Non basta più accusare speculatori, Europa e grande finanza

L'Irriverente 17/01/2023

La destra e i conti con la realtà  La destra e i conti con la realtà Bei tempi quando dall’opposizione, di fronte ad ogni problema, bastava agitare lo spettro degli speculatori (più o meno immaginari), dell’Europa “matrigna” o della grande finanza. Arrivati al governo, queste accuse della destra si rivelano puerili, anzi controproducenti. Di fronte agli aumenti della benzina, parecchi esponenti della maggioranza hanno continuato ad accusare gli “speculatori”, ma i 22 mila benzinai, sentitisi additati al pubblico ludribrio, hanno reagito proclamando due giorni di sciopero il 25 e 26 gennaio prossimi e il governo è corso a Canossa, avviando con loro una trattativa. E l’Europa? La premier Meloni non fa che invocarla per risolvere ogni problema, dal caro energia, ai migranti, al sostegno del sistema produttivo minacciato dalla concorrenza americana e asiatica. Ma quando l’Europa chiede in cambio l’approvazione della riforma del Mes cominciano i dolori.
 
E la grande finanza? Ora che la Bce non comprerà più i nostri titoli di Stato, anzi comincerà a venderli, della finanza il governo avrà estremo bisogno per piazzare il suo debito, visto che quest’anno dovrà venderne la bellezza di 500 miliardi. E se qualche emissione non dovesse trovare compratori rischieremmo il default, come il governatore Visco avrà spiegato alla premier Meloni nell’incontro di qualche giorno fa. Arrivata a Palazzo Chigi, la destra deve fare dunque un doppio salto mortale: prima smentire e ripensare le sue impossibili promesse elettorali, poi cercare di risolvere i problemi. Sabato scorso, intervenendo all’avvio della campagna per le regionali in Lombardia, la premier Meloni ha detto, citando Garibaldi: “Qui si fa l’Italia o si muore”. Noi, augurando alla premier lunga vita e pensando all’autonomia differenziata, ci contenteremmo di non disfarla.
 
Altre sull'argomento
Sorpresa, la Giustizia migliora
Sorpresa, la Giustizia migliora
Le considerazioni del Primo Presidente della Cassazione Pietro Curzio
Altro parere
Altro parere
Attenti ai simboli
La Chiesa che perde l'Europa
La Chiesa che perde l'Europa
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Agenda della settimana
Agenda della settimana
Fed, Bce e Boe decidono sui tassi di interesse
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.