Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Due nodi nel futuro del Pd

Fedeltà all'Europa e all'equilibrio dei conti pubblici ed egemonia “fiscale” della destra

Paolo Mazzanti 17/11/2022

Due nodi nel futuro del Pd Due nodi nel futuro del Pd Il torrenziale dibattito sul futuro del Pd sembra non toccare due punti essenziali. In questi anni il Pd si è identificato con la difesa della Costituzione e delle istituzioni italiane ed europee e dunque ha difeso anche l’equilibrio dei conti pubblici contro ogni tentazione di “scostamento di bilancio”, cioè di aumento del debito pubblico, fino a identificarsi col governo Draghi. Però ha subito l’egemonia della destra sul Fisco, soggiogato dallo slogan populista berlusconiano “meno tasse per tutti”: quando Letta ha timidamente proposto di aumentare un po’ la tassa di successione per dare una dote di 10 mila euro ai diciottenni, è stato subissato di critiche anche da sinistra. In queste condizioni, come fare una politica contro le disuguaglianze per riconquistare le masse popolari?
 
Delle due, l’una. O il Pd butta alle ortiche la sua fedeltà alla Costituzione (che all’art. 97 prevede l’equilibrio di bilancio e la sostenibilità del debito) e all’Europa e abbraccia una politica populista di aumento senza limiti del debito (come Lega e M5S) per sostenere i più poveri. Oppure resta fedele all’equilibrio di bilancio e allora, per “riconquistare il popolo”, deve sfidare il tabù dell’aumento delle tasse e dell’egemonia fiscale della destra, che è riuscita a convincere anche i poveri (che non le pagano) che le tasse sono sempre brutte e cattive. Nel primo caso, il Pd perderebbe l’anima e concorrerebbe al default dell’Italia. Nel secondo, dovrebbe impegnarsi in una dura battaglia culturale e rischierebbe di perdere le elezioni per molti anni.
 
Altre sull'argomento
Altro parere
Altro parere
Magia: la corrente diventa "onda"
I ritardi europei (ed italiani)
I ritardi europei (ed italiani)
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
La difficile identità a sinistra
La difficile identità a sinistra
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Lo smarrimento del Pd e le scelte della sinistra
Lo smarrimento del Pd e le scelte della sinistra
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.