Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

I leader giurano: mai più larghe intese

Ma che succederà se non ci sarà una maggioranza come nel 2018?

Paolo Mazzanti 20/09/2022

I leader giurano: mai più larghe intese  I leader giurano: mai più larghe intese Tutti i leader, salvo Calenda, si sgolano per affermare che non si alleeranno mai con gli avversari di oggi. Meloni ha addirittura chiesto (senza peraltro ottenerlo) un impegno scritto a Salvini e Berlusconi a non infrangere l’alleanza di centrodestra per allearsi con altri partiti: o al governo insieme, o insieme all’opposizione. Letta giura che la maggioranza che sostiene Draghi è l’ultima di larghe intese e il Pd non si alleerà mai più con Salvini e Berlusconi, men che meno con la Meloni: nel faccia a faccia sul sito del Corriere, Enrico e Giorgia hanno risposto all’unisono che non si alleeranno mai tra loro. Conte ha escluso addirittura possibili alleanze non solo col centrodestra, ma anche col Pd, almeno finché durerà la segreteria Letta.
 
Solo Calenda punta su larghe intese per tenere a Palazzo Chigi Draghi (che non ci vuole restare), ma tagliando le ali estreme, cioè Meloni e Conte, anche se senza di loro probabilmente i voti non basterebbero. Ciò che i leader non ci dicono è che cosa faranno se non ci sarà una maggioranza, come accadde nel 2018. Staranno tutti all’opposizione? E in quel caso chi governerà? Ci rimanderanno a votare dopo tre mesi, come accade in Israele, che a ottobre celebrerà le quinte elezioni in quattro anni, alla faccia della stabilità? Letta, Meloni, Salvini, Berlusconi e Conte ce lo dovrebbero dire adesso, prima del voto: che faranno se non ci sarà una maggioranza?
 
Altre sull'argomento
Il rompicapo dei ministri per la Meloni
Il rompicapo dei ministri per la Meloni
Il difficile slalom tra Lega, Forza Italia, tecnici e…Mattarella
Ragioni e torti di Berlino
Ragioni e torti di Berlino
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Il Pd al bivio esistenziale
Il Pd al bivio esistenziale
Stretto tra i macroniani di Calenda e i populisti-progressisti di Conte
Altro parere
Altro parere
I cattivi maestri
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.