Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

La moltiplicazione dei “centrini”

Cesa, Renzi-Toti, Mastella e Calenda affollano l'area tra destra e sinistra

Paolo Mazzanti 06/12/2021

La moltiplicazione dei “centrini” La moltiplicazione dei “centrini” Come d’autunno nei boschi, in vista del Quirinale e delle elezioni spuntano centrini come funghi. Ad oggi se ne contano almeno quattro. C’è quello dell’Udc di Cesa, che vorrebbe rafforzare la “gamba di centro” un po’ claudicante del centrodestra e per acquisire maggiore autonomia chiede a Salvini e Meloni, con scarse speranze, di impegnarsi per una nuova legge proporzionale con le preferenze. C’è il centrino di Renzi, Toti e Brugnaro che si sono accorti di avere insieme una settantina di grandi elettori per il Capo dello Stato, potrebbero essere determinanti dalla quarta votazione, e hanno deciso di sedersi insieme al tavolo del Quirinale.
 
C’è il centrino del veterano Clemente Mastella, sindaco di Benevento, già portavoce di De Mila e ministro, che sabato scorso al Teatro Brancaccio di Roma ha battezzato il suo “Noi di Centro”, e’ nostalgico della Dc e soprattutto della Margherita, ma ha almeno il merito di aver sconfitto nella sua città sia la destra sia la sinistra: “Sono come Ibrahimovic - ha detto Mastella - anche alla mia età continuo a fare gol”. E c’è il “centro non centro” di Calenda (“La parola centro mi fa orrore” ha detto), che odia i “giochetti di palazzo” e i “vecchi politicanti”, non perde occasione per attaccare Renzi e Mastella e vorrebbe far nascere un riformismo radicale dal basso come ha fatto alle elezioni di Roma dove ha preso il 20%. C’è un solo problema: già un unico centro farebbe fatica a emergere tra la destra e la sinistra. Quattro centrini (e chissà quanti altri ne nasceranno) rischiano di cannibalizzarsi tra loro e di non venire proprio registrati dai sismografi elettorali.
Altre sull'argomento
Contundente
Contundente
Contundente
Tolemaici
Mosse contraddittorie sul Quirinale
Mosse contraddittorie sul Quirinale
Il centrodestra deve scegliere tra candidato super partes o “patriota” ...
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.