Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Il “coraggio” di Giorgetti

Sarebbero stati solo un equivoco i presunti attacchi a Salvini

L'Irriverente 05/11/2021

Il “coraggio” di Giorgetti Il “coraggio” di Giorgetti Il Federale della Lega ha discusso per cinque ore e alla fine ha riconfermato la piena fiducia al segretario Salvini. E‘ stata una tempesta in un bicchier d’acqua, nata da un grande equivoco, perché questi benedetti leghisti, anche se sono su piazza da anni, non hanno ancora imparato a trattare coi giornalisti, che sono dei grandi marpioni e cercano di mettere zizzania su tutto.
 
In questo caso è stata colpa di Bruno Vespa che ha male interpretato le dichiarazioni del ministro dello Sviluppo economico riportate nel suo libro natalizio. Il ministro aveva detto che l’europeismo della Lega e’ “compiuto” (coi polacchi, gli ungheresi e la Le Pen) e Vespa ha equivocato e scritto “incompiuto”. Poi il ministro aveva detto che Salvini somiglia a Bud Spencer, il quale avrebbe meritato l’Oscar. Ma il giornalista, forse un po’ duro d’orecchi, ha inteso che invece che ai cazzotti di Bud bisognerebbe dedicarsi a film da Oscar. E poi ha sbagliato anche il nome dell’intervistato: non Giancarlo Giorgetti ma Matteocarlo Salvinetti. Come diceva don Abbondio, uno il coraggio, se non ce l’ha, non se lo può dare.
 
Altre sull'argomento
L'intesa che serve
L'intesa che serve
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Presidenza “circo equestre”
Presidenza “circo equestre”
Berlusconi sgambettato da Sgarbi e l'”assicurazione” Draghi
Il doppio binario di Salvini
Il doppio binario di Salvini
Sul Quirinale sostiene Berlusconi e annuncia un'iniziativa condivisa
Altro parere
Altro parere
Le favole della sinistra sul Quirinale
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.