Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Il trappolone per Giorgia

L'assalto alla Cgil sarebbe stato favorito dal Viminale per far vincere Gualtieri

L'Irriverente 14/10/2021

Il trappolone per Giorgia Il trappolone per Giorgia Giorgia Meloni l’ha detto: è stato tutto “un calcolo”, un trappolone per far vincere Gualtieri al ballottaggio di domenica contro il meloniano Michetti. Replicando alla Camera come un’erinni alla mite e impacciata ministra dell’Interno Lamorgese secondo cui sarebbe stato rischioso arrestare il tribuno di Forza Nuova Giuliano Castellino (di cui due mesi fa il pm aveva chiesto l’arresto, ma il gip lo negò) sul palco di Piazza del Popolo attorniato da centinaia di forsennati (e se ci fosse scappato il morto?), Giorgia ha accusato la ministra di aver consapevolmente trascurato l’annuncio di Castellino della “marcetta” sulla Cgil per creare il “caso” e trasformare gli ultimi giorni di campagna elettorale in uno scontro fascisti-antifascisti, con manifestazione oceanica nella “rossa” piazza San Giovanni sabato prossimo, a poche ore dall’apertura delle urne.
 
Come se la povera Lamorgese sabato scorso avesse dovuto ascoltare in streaming l’intervento di Castellino e disporre immediatamente l’invio di camionette e autoblindo alla Cgil; come se il sottosegretario delegato alla pubblica sicurezza non fosse il leghista Nicola Molteni; come se l’ordine pubblico non rispondesse a una catena di comando operativa che va dal Questore, al Prefetto al Capo della Polizia. Da brava massaia, Lamorgese avrebbe dovuto fare tutto da sé, e ora dovrebbe avere il buon gusto di dimettersi. Eppure Giorgia potrebbe uscire facilmente dal suo trappolone immaginario: partecipi sabato col tricolore alla manifestazione di piazza San Giovanni, condanni il fascismo come fece il suo ex leader Fini che lo definì “male assoluto” (e oggi è favorevole allo scioglimento di Forza Nuova), cacci i suoi “fratellini“ collusi coi camerati e magari spenga la fiammella che ancora arde nel suo simbolo.
Altre sull'argomento
Salvini-Meloni: così uniti, così divisi
Salvini-Meloni: così uniti, così divisi
I due leader ostentano concordia ma nelle scelte concrete sono sempre ...
Lettera a Gualtieri
Lettera a Gualtieri
La Roma della necessità e quella della grandezza
La pulizia straordinaria di Roma e l'Ama
La pulizia straordinaria di Roma e l'Ama
Non vanno premiati i dipendenti della municipalizzata, va messo ...
Contundente
Contundente
Declino
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.