Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Meloni stretta tra squadrismo e nazionalismo

La leader di Fdi rischia di perdere i ballottaggi e lacerare il centrodestra

Paolo Mazzanti 11/10/2021

Meloni stretta tra squadrismo e nazionalismo Meloni stretta tra squadrismo e nazionalismo Rischia di essere Giorgia Meloni la principale vittima del sabato squadrista “no vax” che ha messo a ferro e fuoco il centro di Roma, assaltato la Cgil e addirittura il Pronto soccorso del Policlinico. Sabato prossimo la Cgil chiamerà in piazza tutti gli antifascisti in una manifestazione che si annuncia oceanica e domenica si votano i ballottaggi, soprattutto quello di Roma, al quale Meloni affida le ultime speranze di riscatto dopo le sconfitte del primo turno. Per di più il suo candidato Michetti si presenta alle urne dopo essersi dovuto cospargere il capo di cenere per l’infelice articolo di qualche tempo fa in cui attribuiva la maggiore “notorietà” dell’Olocausto, rispetto agli altri genocidi e stragi, al potere della lobby dei banchieri ebraici.
 
Per non farsi mancare nulla, ieri la Meloni era a Madrid alla convention del partito di estrema destra spagnolo Vox dove si è “scusata a nome dell’Italia” perché la nostra magistratura ha rimesso in libertà in Sardegna l’ex presidente indipendentista catalano Puidgemont inseguito da un mandato di cattura spagnolo. E chissà che effetto avranno avuto queste scuse “nazionaliste” sui vecchi militanti leghisti separatisti, che considerano fratelli gli indipendentisti catalani. Infine la Meloni ha plaudito alla sentenza “antieuropea” della Corte costituzionale polacca, entrando in rotta di collisione con Forza Italia e con Tajani, che ha viceversa rivendicato la supremazia delle norme europee sulle legislazioni nazionali. Insomma, non solo Meloni sull’onda della reazione antifascista agli squadristi rischia di perdere il ballottaggio romano, ma le sue posizioni nazionaliste e filopolacche allargano la frattura con la Lega e con Forza Italia, in un centrodestra sempre più a pezzi.
 
Altre sull'argomento
L'obbligo vaccinale sarebbe un boomerang
L'obbligo vaccinale sarebbe un boomerang
ůsposterebbe le responsabilitÓ sullo Stato
Altro parere
Altro parere
Sconfitta per demeriti, vittoria senza meriti
Ora una fase diversa
Ora una fase diversa
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Dalla matrice al tweet, la piccola Fiuggi di Giorgia
Dalla matrice al tweet, la piccola Fiuggi di Giorgia
La Meloni ricorda il rastrellamento degli ebrei al Ghetto e parla di ...
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.