Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Le imprese, i partiti e il “momento magico”

Come proiettare nel futuro l'attuale positiva situazione del Paese

Paolo Mazzanti 20/09/2021

 Le imprese, i partiti e il “momento magico” Le imprese, i partiti e il “momento magico” Concludendo sabato a Bologna il Convegno nazionale dei Cavalieri del Lavoro, il presidente Maurizio Sella (già presidente di Abi e Assonime) ha proposto alle imprese un “Patto di responsabilità” per consolidare e proiettare nel futuro il “momento magico“ che il nostro Paese sta vivendo: Pil in crescita al 6%, occupazione in ripresa, campagna vaccinale al galoppo anche per il Green pass, Pnrr da 230 miliardi con i primi 25 (piu’ 4,7 di React Eu per il mercato del lavoro) gia’ arrivati dall’Ue. Le imprese devono impegnarsi a “guardare lungo”, investire in qualità, sostenibilita’, digitalizzazione e formazione, assumere più laureati e pagarli meglio, come le ha esortate a fare il ministro Colao. Le imprese lo faranno, perché è nel loro interesse.
 
Ma c’è un altro soggetto che deve essere chiamato al Patto di responsabilità: la politica, perche’ senza buona governance, riforme incisive e drastiche semplificazioni amministrative il Pnrr e dunque il “momento magico” rischiano di arenarsi. L’ equilibrio attuale, basato sul governo semitecnico di Draghi che decide e i partiti che discutono, litigano ma non hanno la forza di metterlo in crisi, e’ un equilibrio instabile. Tra 6 mesi, se Draghi ascenderà al Quirinale, e comunque a marzo 2023, andremo a votare, proprio nella fase cruciale in cui dovremo avviare la maggior parte delle riforme e degli investimenti del Pnrr (che scade nel 2026) e in Europa si riattiverà il Patto di stabilità che, pur addolcito, ci obbligherà a una maggiore disciplina di bilancio. Per proiettare nel futuro il “momento magico” occorre dunque che il Patto di responsabilità sia esteso anche ai partiti. E potrebbero essere proprio le parti sociali ad esortarli ad aderirvi.
Altre sull'argomento
Scocca l'ora di Giorgetti
Scocca l'ora di Giorgetti
Dovrà decidere se dare battaglia per cambiare la linea della Lega
L'obbligo vaccinale sarebbe un boomerang
L'obbligo vaccinale sarebbe un boomerang
…sposterebbe le responsabilità sullo Stato
Altro parere
Altro parere
Sconfitta per demeriti, vittoria senza meriti
Ora una fase diversa
Ora una fase diversa
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.