Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Conte in campo cannibalizza il Pd

I primi sondaggi sul M5S guidato dall'ex premier

Paolo Mazzanti 03/03/2021

Giuseppe Conte Giuseppe Conte La rifondazione del M5S affidata al "non iscritto" Giuseppe Conte sta provocando i primi effetti dentro e fuori il Movimento. L'impresa è complicata e aperta a tutti gli scenari, compresa la creazione di un nuovo Movimento con nuovo statuto per trasformare l'attuale contenitore con tutti i suoi strascichi di polemiche e cause giudiziarie in una specie di "bad company". Ci vorrà tutta la scienza giuridica e l'arte mediatoria di "Giuseppi" per fare la scelta più opportuna e meno gravida di conseguenze, mentre continuano le espulsioni e Casaleggio chiede l'immediato pagamento di 441 mila euro di arretrati per i servizi di Rousseau. Più ottimistici gli effetti esterni: i primi sondaggi dicono che il M5S a guida Conte potrebbe arrivare fino al 22% dall'attuale 14%, a conferma che la popolarità dell'ex premier è ancora elevata. Ciò strozzerebbe nella culla l'eventuale partito dei "duri e puri" che non hanno votato la fiducia a Draghi: se fosse guidato da Di Battista, e senza Conte in pista, potrebbe arrivare al 5% ma con Conte si ridurrebbe a un misero 2%.
 
Il problema è che il M5S "contizzato" ruberebbe voti soprattutto al Pd, che scenderebbe al 15% o giù di lì e rosicchierebbe solo un paio di punticini al centrodestra. Per cui le posizioni tra i due blocchi resterebbero più o meno immutati, col centrodestra al 47-48% e il centrosinistra attorno al 40%, e non sarebbe facile per Zingaretti proseguire nell'alleanza con i grillini che lo cannibalizzerebbero. Vedremo che effetti avranno queste evoluzioni sugli equilibri di maggioranza, a cominciare dalla discussione, per ora arenata, sulla nuova legge elettorale proporzionale.
Altre sull'argomento
Agenda della settimana
Agenda della settimana
L'Italia torna (quasi tutta) in zona arancione
Letta e Conte, destini incrociati
Letta e Conte, destini incrociati
Le indicazioni dei sondaggi sui leader di Pd e M5S
Renzi, il Pd e il rebus M5S
Renzi, il Pd e il rebus M5S
Italia Viva non intende allearsi con i grillini
Letta e la scelta del maggioritario
Letta e la scelta del maggioritario
Gli incontri "pastorali" del segretario del Pd
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.